Mercoled 17 Luglio04:00:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gara di solidarietà per il piccolo Gabriele. La sua storia ha commosso gran parte d'Italia

Il papà Daniele ha perso la vita per un incidente sul lavoro, partita raccolta fondi per aiutare il piccolo e i nonni ad andare avanti

Attualità Bellaria Igea Marina | 18:04 - 28 Febbraio 2019 I titolari del Caffè Commercio che hanno dato vita all'iniziativa di solidarietà I titolari del Caffè Commercio che hanno dato vita all'iniziativa di solidarietà.

Attraverso l’iniziativa del Caffè Commercio, i riminesi partecipano alla gara di solidarietà con i cittadini di Bellaria Igea Marina per il piccolo Gabriele.
La storia di Gabriele ha commosso non solo la Romagna, ma anche gran parte d’Italia. Il papà Daniele ha perso la vita per un incidente sul lavoro. Pochi mesi dopo la mamma, Francesca, è stata colpita da un infarto, lasciando così il piccolo di soli due anni orfano.
Gabriele è ora affidato alle cure dei nonni, che vivono a Riccione, che per fargli subire meno traumi possibili, continuano a portarlo all’asilo di Bellaria Igea Marina dove è sempre andato.
Proprio dall’asilo dell’Istituto Comprensivo di Igea è partita l’iniziativa “Una borsa di studio per Gabriele”, una raccolta fondi per aiutare il piccolo e i nonni ad andare avanti.
La raccolta si chiuderà il 28 febbraio e a questa seguirà il prossimo 2 marzo, una cena al Palacongressi di Bellaria, sempre a scopo di raccolta fondi per l’iniziativa.
 
Grazie alla sensibilità dei suoi titolari, il Caffè Commercio di Rimini non ha esitato a dare la sua disponibilità alla raccolta, sensibilizzando prima di tutto i suoi clienti e mettendo a disposizione il suo personale per contribuire con il servizio ai commensali per la cena del 2 marzo.
In occasione della stessa i titolari del Caffè Commercio consegneranno a Filippo Magnani, referente per la raccolta, l’assegno pari al ricavato della raccolta effettuata a Rimini.
Naturalmente tutti i riminesi che volessero ancora partecipare, possono farlo recandosi al Caffè Commercio dove troveranno un salvadanaio con tutte le indicazioni, entro il prossimo 2 marzo alle ore 13.