Mercoled 17 Luglio10:06:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gabriele Bonci, il re della pizza nuovo idolo televisivo sarà ospite di San Patrignano

Lunedì 25 febbraio a SP.accio una serata dedicata alla nuova farina del molino Paolo Mariani

Eventi Coriano | 16:17 - 22 Febbraio 2019 Gabriele Bonci Gabriele Bonci.

Per dar vita ad un prodotto di qualità servono una materia prima di eccellenza e artigiani di primo livello. Lunedì 25 febbraio 2019 a SP.accio, la pizzeria di San Patrignano, ci saranno tutti questi ingredienti per dar vita ad una serata cui si potrà sia scoprire un progetto fortemente innovativo che gustare pizze uniche nel loro genere. La serata intitolata “La rivoluzione Mazì” è volta a presentare la nuova farina del Molino Paolo Mariani nata da una coltivazione sperimentale in cui tante sementi sono state coltivate in modo del tutto spontaneo, senza alcun intervento dell’uomo, lasciando a madre natura il compito di attuare una selezione naturale e offrire una realtà nuova, unica, innovativa. Un progetto che ha voluto pensare ad una filiera completa, unendo alla produzione della farina anche pizzaioli di prim’ordine. Per questo, protagonisti della serata del 25 febbraio saranno oltre al pizzaiolo di SP.accio Massimo Bertoia, anche Gabriele Bonci, titolare di Pizzarium e star del programma Pizza Hero, il mastro panificatore Giuliano Pediconi e Jonathan Trombini, della pizzeria O’ Fiore Mio. Tutti loro hanno infatti abbracciato il progetto Mazì e i partecipanti della serata avranno modo di assaggiare diverse creazioni realizzate con la speciale farina del Molino Paolo Mariani. 


Per l’aperitivo di benvenuto, Giuliano Pediconi preparerà un pane artigianale da degustare con Olio Extravergine di Oliva per assaporare la vera essenza della farina Mazì (abbinato con vino Spumante Avenir di San Patrignano o la birra Gradisca di Amarcord).

A seguire ci saranno tre pizze gourmet: la prima sarà quella di Gabriele Bonci, una stirata romana con mortadella e carciofi saltati in padella (Vino Spumante Avenir– San Patrignano o Gradisca (botte), Lager chiara, 5,2% vol.alc. - Birra Amarcord). A seguire la pizza al padellino di Jonathan Trombini con coniglio alla cacciatora sfilacciato con il suo sugo al pomodoro (Sangiovese DOC Superiore ORA – San Patrignano o Ama Bionda, Belgian Golden Ale, 6%vol.alc. - Birra Amarcord). Terza pizza gourmet, quella di Massimo Bertoia di Sp.accio con verze croccanti, carré d’agnello cotto a bassa temperatura nel vino Porto e arrotolato nel guanciale di Mora Romagnola di San Patrignano, Pecorino Riccio di San Patrignano e salsa al Porto (Cabernet Franc 1978 - San Patrignano o Ama Bruna, Strong Belgian Ale, 7,5%vol.alc. - Birra Amarcord).
A chiudere la serata la pastiera napoletana di Giuliano Pediconi da abbinare a scelta con Arrocco Romagna Albana Passito della Fattoria Zerbina o Ama Mora, Imperial Coffee Porter, 9%vol.alc. - Birra Amarcord.