Giovedý 25 Aprile06:40:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Incurante del divieto di avvicinamento, continua a perseguitare l'ex moglie e finisce in carcere

In manette un 50enne di Misano, recluso in carcere assieme a un altro stalker, un 58enne di Rimini

Cronaca Rimini | 15:13 - 22 Febbraio 2019 Stalking (foto di repertorio) Stalking (foto di repertorio).

La Squadra Mobile di Rimini ha rintracciato e arrestato due persone, dando esecuzione ad altrettanti ordini di carcerazione. Destinatario del primo provvedimento un 58enne di Rimini, riconosciuto colpevole dalla Corte d’Appello di Bologna dei reati di maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti dell’ex moglie, fatti accaduti nel 2010. Dovrà scontare pena di reclusione di 4 anni. La manette sono poi scattate ai polsi di un 50enne di Misano, che incurante del divieto di avvicinamento all'ex moglie, ha continuato a porre in essere atti persecutori: minacce di morte, percosse, ingiurie, ma anche inseguimenti, il tutto perché non rassegnato all'interruzione del loro matrimonio. Entrambi gli uomini si trovano ora reclusi nel carcere dei Casetti di Rimini.