Venerd́ 19 Luglio04:08:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sabato il secondo appuntamento con "Misano insieme rigeneriamo il lungomare"

Appuntamento alle ore 9,30 al cartello di confine con Riccione

Attualità Misano Adriatico | 14:48 - 22 Febbraio 2019 Incontro per condividere idee e progetti della città Incontro per condividere idee e progetti della città.

Si terrà sabato 23 febbraio, alle ore 9,30 il secondo incontro de “Misano insieme rigeneriamo il lungomare”, il progetto che ha l’obiettivo di mettere fianco a fianco i decisori locali, i residenti dell’area interessata, gli albergatori, i bagnini e i gestori del settore della ristorazione, non solo per condividere le idee e i progetti per la città del futuro, ma soprattutto per sottoscrivere un “patto” che faccia della rigenerazione del lungomare l’obiettivo principale dello sviluppo sostenibile della città.
 
Il punto di partenza di questa seconda passeggiata è fissato al confine con Riccione (presso il cartello Misano Brasile). Si proseguirà il sopralluogo del lungomare, concludendo la passeggiata avviata, due settimana fa.
Sucessivamente si svolgerà, presso la Biblioteca Comunale, il “World cafè” che ha l’obiettivo di mettere a fuoco i punti di forza e di debolezza, le opportunità e i rischi dell’area del lungomare. I partecipanti verranno divisi in piccoli gruppi che affronteranno temi diversi (la mobilità, spazi pubblici, patrimonio edilizio, ecc.) individuando anche proposte e soluzioni degli aspetti critici messi in evidenza.
Il lavoro verrà poi ripreso nel successivo incontro che costituirà un laboratorio di progettazione.
I documenti e i materiali prodotti serviranno sia all’ultima fase di elaborazione dl Piano urbanistico, sia alla progettazione della proposta di rigenerazione del lungomare che l’amministrazione presenterà, appena sarà pubblicato il bando che la regione ha già annunciato e che riguarderà proprio la riqualificazione delle aree costiere dei comuni turistici.
In questa fase di ascolto, L’Amministrazione Comunale di Misano auspica che a partecipare siano in molti, per avere un quadro completo delle esigenze e anche per capire quali sono i punti su cui i cittadini insistono per dare priorità nella ricerca delle soluzioni.