Domenica 26 Maggio11:28:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Flusso anomalo di scommesse su una partita quotata 27 a 1, agenzie bloccano i pagamenti

In totale i centri di Rimini, che hanno ricevuto le giocate, dovrebbero pagare ai vincitori 400.000 euro di montepremi

Cronaca Rimini | 16:47 - 21 Febbraio 2019 Giocate telematiche Giocate telematiche.

E' giallo calcioscommesse con echi anche sul riminese, a causa di molteplici e quindi sospette puntate su una partita della Serie B greca. Le squadre sono quelle dell'Apollon Larissa e dell'Aiginiakos, gara condotta per 2-0 dagli ospiti e vinta per 3-2 dai padroni di casa. In pratica si è registrato un flusso anomalo di scommesse su questa partita (addirittura 191 giocate in una solo centro scommesse del riminese), che era quotata 27 a 1: puntando un euro, se ne sarebbero vinti 27. Ma non solo: la partita è stata giocata in sistema, assieme ad altre gare dall'esito più scontato e quindi con quotazione più bassa. Tutta la schedina con risultati indovinati conduceva però a una vincita sostanziosa. In totale i centri scommesse della Provincia di Rimini, che hanno ricevuto le giocate, dovrebbero pagare ai vincitori 400.000 euro di montepremi. Tutto però bloccato: i gestori infatti hanno dato mandato ai propri legali di effettuare le debite segnalazioni alle autorità competenti, compresa la Finanza. Le giocate sono state fatte da italiani residenti a Rimini e da stranieri dell'Est Europa già noti alle forze dell'ordine.