Domenica 26 Maggio05:32:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Apre a Santarcangelo stabilimento della Paesani, azienda leader settore serramenti

Lo annuncia il sindaco Alice Parma. Lo stabilimento sorgerà nell'area industriale tra Santarcangelo e Santa Giustina

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:49 - 19 Febbraio 2019 Rendering del nuovo stabilimento Paesani a Santarcangelo Rendering del nuovo stabilimento Paesani a Santarcangelo.

Un’altra azienda di livello nazionale si trasferirà presto a Santarcangelo. È la Paesani Group, uno dei punti di riferimento nel settore del commercio di sistemi in alluminio e accessori per la produzione di serramenti, con 60 dipendenti e venti milioni di fatturato annuo. Ad annunciare il trasferimento della storica azienda riminese, che ha da poco festeggiato i settant’anni di attività, sono il sindaco Alice Parma e Massimo Giunta, amministratore delegato della società che ha recentemente inaugurato una nuova area dedicata alle operazioni di assemblaggio dei profili a taglio termico.
 
“Entro il 2019 sposteremo a Santarcangelo, nello stabilimento in fase di costruzione in via Gronda Est, sia la sede principale che l’unità produttiva”, annuncia l’amministratore delegato Giunta, da 24 anni all’interno del gruppo. “Perché abbiamo scelto Santarcangelo? Perché abbiamo trovato un contesto favorevole e le condizioni giuste per pensare a nuovi investimenti e nuovi traguardi, perché la logistica è ottima e per l’attenzione dimostrata dall’Amministrazione comunale. Stiamo costruendo uno stabilimento moderno e di qualità – commenta infine Giunta – dotato di aree espositive dove ospitare eventi e presentazioni sui temi dell’innovazione nel mondo del serramento”.
 
Nata nel 1948 vendendo ferro e residuati bellici, la Paesani è diventata, attraverso una costante evoluzione, un’azienda leader nell’ambito del commercio di sistemi in alluminio per produrre serramenti.
 
“Il fatto che un’azienda storica e innovativa delle dimensioni della Paesani decida di trasferirsi a Santarcangelo, e più precisamente nel polo produttivo presente fra il capoluogo e Santa Giustina – commenta il sindaco Alice Parma – conferma  una volta di più la validità delle scelte di questa Amministrazione nel creare un sistema territoriale altamente competitivo. Collocata strategicamente al confine tra i Comuni di Rimini e Santarcangelo grazie a una pianificazione sovracomunale definita alcuni anni fa, l’area artigianale è oggi in grado di offrire spazi adeguati e una logistica particolarmente funzionale data la vicinanza del casello autostradale”.
 
“Il numero e l’importanza delle imprese che oggi guardano a Santarcangelo con crescente interesse è un dato di fatto, che riguarda un po’ tutti i settori e che crea sviluppo, occupazione e reddito. Un risultato – aggiunge il sindaco – per molti aspetti straordinario, da ricercarsi come è stato evidenziato nel rapporto virtuoso fra imprese, cittadini e amministrazione locale. Imprese che hanno ben compreso sia il valore della strategia messa in campo da questa Amministrazione attraverso i Piani operativi comunali che l’importanza di assumere una responsabilità sociale nei confronti della comunità. Gli accordi raggiunti in questi anni e soprattutto in questi mesi fra aziende e Giunta comunale daranno alla città la riqualificazione dell’asse centrale della statale Emilia, le piste ciclabili di San Vito e Santa Giustina, nuovi parchi come quello nelle ex corderie, centri civici, terreni per il social housing e altre dotazioni pubbliche per un valore di venti milioni di euro. Una realtà ben distante, insomma, da quella che qualcuno tenta di dipingere in questi giorni”.