Giovedý 20 Giugno20:29:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, doppio sorpasso Folgore. Primo k.o. per la capolista La Fiorita col Pennarossa

L'ultima sconfitta risaliva al 21 otttobre del 2017 ad opera del Cosmos: 3-0

Sport Repubblica San Marino | 22:52 - 17 Febbraio 2019 L'attaccante del Pennarossa Vincent Vultaggio L'attaccante del Pennarossa Vincent Vultaggio.

Vengono tutte dalla metà inferiore della classifica le tre vittorie della 9° giornata del Q1. Unica eccezione, il Domagnano, che non riesce a dare continuità al successo (il primo nella Seconda Fase) centrato una settimana fa contro il Murata, perdendo così ulteriore contatto dalla zona play-off.

Questo perché le squadre che occupano le posizioni immediatamente precedenti quella dei giallorossi vincono in blocco. Fa rumore, in particolare, l’1-0 che il Pennarossa impone alla capolista Fiorita, già qualificata matematicamente ai play-off e quindi in grado di assorbire questo risultato senza particolari danni, ma che è costretta a registrare la prima sconfitta in campionato dopo circa un anno e quattro mesi. Era il 21 ottobre 2017, infatti, quando il Cosmos impose un secco 3-0 ai gialloblù: da allora, 32 risultati utili consecutivi, 30 dei quali vittorie e 2 pareggi. Ironia della sorte, a decidere le sorti dell’incontro di Acquaviva è un giocatore di proprietà della stessa società di Montegiardino come Vincent Vultaggio (approdato in biancorosso a gennaio con la formula del prestito), che firma il gol partita a ridosso del quarto d’ora.

Tre punti per il Pennarossa ma tre punti anche per il Murata, che contro il Fiorentino interrompe un digiuno di punti lungo tre gare. Succede tutto in dieci minuti scarsi: all’ora di gioco sblocca il risultato Sosa, dando avvio ad una vera e propria ondata bianconera che in poco tempo produce anche il 2-0 e il 3-0, con le firme – rispettivamente – di Pieri e Cocco. Nella Seconda Fase il Fiorentino aveva perso soltanto con La Fiorita, mentre in casa bianconera l’unica nota stonata è l’espulsione di Gomez Lopez, che al 75’ si vede sventolare davanti il secondo giallo di giornata.

La ritrovata vittoria permette a Pennarossa e Murata di agganciare la Libertas, battuta da una Folgore cui basta una sola rete, quella di Sacco giunta intorno alla mezz’ora, per portare a casa l’intera posta. Dal gol in poi non ci saranno repliche tangibili da parte dei granata, che peraltro, dopo l’espulsione di Bernardi (65’), avranno a disposizione anche una cospicua porzione di gara da giocare in superiorità numerica. Folgore che grazie al successo supera in classifica non soltanto la squadra di Borgo Maggiore ma anche il Fiorentino, assestandosi in terza posizione alle spalle del Tre Fiori. Quest’ultimo limita i danni contro un Domagnano combattivo ma, come spesso accaduto ultimamente, in difficoltà nella gestione del vantaggio. Ottima la risposta giallorossa dopo l’1-0 lampo firmato da Apezteguia: Angelini pareggia al 20’, mentre Gavoci, su rigore, opera il sorpasso nel recupero della prima frazione. Ma nella ripresa viene assegnato un altro penalty, stavolta in favore della squadra di Fiorentino: sul punto di battuta va Compagno, che firma il definitivo 2-2 salendo al contempo a quota 17 centri in classifica marcatori, 5 in più rispetto allo stesso Apezteguia. Il pareggio consente alla squadra di Cecchetti di rosicchiare un punto alla capolista Fiorita, mentre nei bassifondi del girone il Domagnano vede raddoppiare il proprio svantaggio dalla coppia Pennarossa-Murata.