Giovedý 25 Aprile16:56:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Badante ha una relazione con 70enne, sale la rabbia del figlio. La vicenda finisce con una rapina

Quarantenne russa a processo, avrebbe portato via le scarpe ortopediche dell'anziano

Cronaca Rimini | 06:31 - 18 Febbraio 2019 Assistenza di una persona anziana Assistenza di una persona anziana.

Al culmine di una lite con il figlio del suo ex compagno, ricoverato presso una casa di cura, portò via con sé le scarpe del paziente. Una donna di nazionalità russa, quarantenne, è a processo a Rimini con l'accusa di rapina. I fatti risalgono al marzo 2015: l'imputata era stata legata per una decina di anni a un riminese oggi settantenne. Lei lavorava come badante a casa dell'uomo e quello che era iniziato come rapporto professionale divenne presto una vera e propria relazione, fino a quando non intervenne la famiglia del riminese, che fece pressione affinché lui lasciasse la donna. Così avvenne, benché i due ex mantennero rapporti. Nel 2015 l'uomo fu ricoverato presso la Villa Salus di Viserbella e lei non faceva mancare le sue visite. Un giorno però incontrò il figlio del suo ex compagno, che la prese a male parole, dicendole di andarsene. Lei ebbe un gesto di stizza e portò via le scarpe ortopediche del 70enne, salvo poi sedersi sulla panchina della fermata dell'autobus, in attesa del mezzo che l'avrebbe riportata a casa. Qui fu raggiunta dal figlio del 70enne: ci fu un tafferuglio che portò all'accusa di rapina per l'imputata, rea di averlo  colpito a schiaffi. Il processo ha preso il via il 16 gennaio 2018 con l'udienza preliminare: la donna è difesa dall'avvocato Valentina Baroni. Non ci sono state costituzioni di parte civile, padre e figlio si presenteranno infatti in Tribunale solo per testimoniare.