Luned 24 Giugno16:51:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sesso in cambio di riservatezza, per lasciare in pace la ex voleva dei suoi video hard

Un 28enne è accusato di aver costretto la sua ex a rapporti sessuali e a mandargli video piccanti

Cronaca Rimini | 05:54 - 17 Febbraio 2019 Minaccia di diffondere sul web filmati che la ritraevano la ex nuda Minaccia di diffondere sul web filmati che la ritraevano la ex nuda.

Terminata la relazione sentimentale con la sua fidanzata, l'aveva ricattata affinché lei continuasse ad avere con lui dei rapporti sessuali. Slitta a marzo la sentenza sulla vicenda che vede imputato un 28enne extracomunitario domiciliato a Rimini, accusato di violenza sessuale, violenza privata, atti persecutori e maltrattamenti, dopo la denuncia della sua ex fidanzata, una donna italiana. I due ebbero una relazione sentimentale, iniziata nel 2009 e terminata nel dicembre 2013. Secondo le accuse l'uomo la minacciò di diffondere dei video in cui lei era completamente nuda e di portare con sè, nel suo paese d'origine, la figlia nata dalla loro relazione. In cambio la costrinse prima ad avere ancora dei rapporti sessuali, poi di mandargli dei video hard. La donna, che in sede processuale è assistita dall'avvocato Flavio Moscatt, acconsentì per un paio di anni, prima di essere convinta da un'amica a denunciare il tutto ai Carabinieri. Una ricostruzione dei fatti contestata dall'imputato, difeso dall'avvocato Andrea Muratori: la donna avrebbe fatto tutto di sua spontanea volontà.