Giovedý 25 Aprile22:27:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO Accoltellati a Riccione: si costituisce il quarto aggressore perchè 'braccato'

Era sfuggito alla cattura il quarto uomo che aveva partecipato alla barbara aggressione all'uscita di un locale di Riccione

Cronaca Riccione | 16:27 - 12 Febbraio 2019

Si è costituito il quarto aggressore dei due giovani di 23 anni di Gradara, nel Pesarese, accoltellati venerdì notte fuori dal ristorante 'La Mulata' di Riccione. Si tratta di un 28enne, che ha cercato di sfuggire ai capillari controlli e perquisizioni  che i carabinieri hanno posto in essere in questi giorni. Due maggiorenni e un minorenne erano stati fermati subito con le accuse di tentato duplice omicidio e tentata rapina. Martedì, dopo essere stato braccato per 48 ore dai militari riccionesi, il quarto complice si è consegnato spontaneamente alla giustizia.

Ora si tratta di capire che ruolo abbia avuto nella violenta aggressione, ma tutti i componenti della banda devono rispondere in concorso dei medesimi reati. In questi giorni i Carabinieri di Riccione e di tutta la provincia di Rimini hanno eseguito perquisizioni in campi nomadi, visto che i quattro sono di etnia Sinti, e posti di blocco per intercettare il fuggitivo che, sentitosi braccato e col fiato sul collo, si è quindi costituito in caserma a Riccione ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria. E' da sottolineare la collaborazione dei gestori del locale che si sono prodigati e messi a disposizione per arrivare alla soluzione del caso.