Venerd́ 15 Novembre12:56:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fondi alle famiglie disagiate per pagare affitti e bollette, Riccione stanzia 300mila euro

Confermata la somma del 2018. Circa 94.500 euro per gli affitti

Attualità Rimini | 16:30 - 11 Febbraio 2019 L'assessore del Comune di Riccione Laura Galli L'assessore del Comune di Riccione Laura Galli.

Un sostegno per il pagamento dell’affitto, delle rette per le case di risposo, delle bollette di acqua, luce e gas e per altre voci di richiesta, quali le rette scolastiche. Anche per il 2019 il Comune di Riccione ha confermato la somma di 300.000 euro per dare un aiuto ai cittadini che versano in condizioni di temporanea difficoltà. Nel 2018 è stata data la priorità a contributi mirati al pagamento dell’affitto e delle utenze domestiche: 94.500,00 euro rispetto ai 90.000,00 del 2017, oltre 55.000,00 euro per le utenze domestiche nel 2018, 7.000 euro in più del 2017. Anche i contributi alle rette per le case di riposo sono cresciuti da 69.000,00 nel 2017 a circa 81.000,00 nel 2018.  Nello specifico, nel 2018 si contano 198 interventi per le utenze domestiche (erano 158 nel 2017) e 133 per l’affitto (6 in meno del 2017).  Interventi che variano di entità e di numero. Per le rette alle case di riposo, nel 2017 il Comune è intervenuto con circa 69.000,00 euro per far fronte a 23 richieste, nel 2018 con 12.000 euro in più per 21 richieste. In quest’ultimo caso sono state elargite maggiori risorse per le famiglie che, in via temporanea, hanno faticato a far quadrare i bilanci di fine mese nel pagamento delle rette dei familiari assistiti in case di riposo. 

“Nell’arco di un anno una stessa famiglia può rivolgersi agli uffici comunali, nei casi di necessità, più di una volta in coincidenza delle scadenze di pagamento delle bollette. Si tratta di momenti - afferma il vice sindaco e assessore ai servizi alla persona Laura Galli-  che nell’economia familiare hanno un certo peso a cui l’amministrazione, attraverso le verifiche incrociate dei requisiti, fornisce aiuti concreti, di entità diversa, per dare immediato sollievo nel momento del bisogno. Sono aiuti contingenti e di stimolo per superare la crisi che una famiglia può attraversare in particolari fasi della vita. Ricordo che anche per il 2019 abbiamo previsto con il settore tributi, un bando per le agevolazioni sulla tassa rifiuti con un fondo di 250.000 euro in modo da sostenere in maniera efficace le famiglie a basso reddito, i portatori di handicap, le famiglie numerose, gli anziani e i disoccupati”.