Sabato 25 Maggio01:37:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In delirio da astinenza di droga, sputa alla madre e le punta il coltello alla gola

Arrestato 28enne romano, da cinque anni picchiava la madre per farsi dare i soldi per gli stupefacenti

Cronaca Rimini | 13:34 - 08 Febbraio 2019 Aggressione con coltello (foto di repertorio) Aggressione con coltello (foto di repertorio).

Un 28enne romano, residente a Rimini, è stato arrestato nel tardo pomeriggio di giovedì dalla Squadra Volante della Polizia. Il giovane, a causa della sua tossicodipendenza, ha reso un inferno la vita della madre disabile, 60 anni, tra minacce e percosse per ottenere il denaro necessario a pagarsi la droga. Comportamenti che duravano da 5 anni, a fronte di un consumo di stupefacenti iniziato all'età di 16 anni. Giovedì l'ultimo grave episodio: il 28enne, rientrando a casa, ha sputato addosso alla madre, l'ha insultata, ha distrutto alcune suppellettili di casa per poi impugnare un coltello, puntandolo alla pancia della donna e coprendole infine bocca e naso con un mano. La madre è riuscita a liberarsi della presa e a prendere il telefono cellulare in mano, per pochi istanti, chiedendo aiuto. In quei tragici frangenti era presente comunque un'amica di famiglia, una 34enne albanese, che ha assistito alla scena e ha confermato le accuse di fronte ai poliziotti, intervenuti sul posto. Il 28enne, a torso nudo, ha dato in escandescenze anche in presenza degli agenti, minacciando di voler uccidere la madre e poi di volersi suicidare.