Mercoledý 24 Aprile21:23:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fiera delle armi, accuse rispedite al mittente: 'caccia e tiro sportivo attività pienamente lecite'

Intervento del politico vicentino Berlato dopo le polemiche sollevate dalle associazioni riminesi

Attualità Rimini | 12:24 - 07 Febbraio 2019 Armi (foto di repertorio) Armi (foto di repertorio).

Continua il dibattito a distanza relativo a Hit Show, la manifestazione dedicata a caccia, tiro sportivo ed outdoor, che si svolgerà a Vicenza, organizzata da Italian Exhibition Group. Le polemiche riguardano la possibilità di ingresso anche ai minori accompagnati. Nel regolamento della manifestazione si legge: "I minori non possono accedere agli spazi espositivi se non accompagnati da un adulto. È fatto espresso divieto, in ogni caso, da parte dei minori, di maneggiare le armi esposte. Gli accompagnatori dei minori si rendono personalmente responsabili della vigilanza sugli stessi." All'ingresso i minori riceveranno una maglietta dedicata a loro, con un messaggio positivo ed ecologista e i controlli saranno svolti con grande attenzione. Gli accompagnatori dovranno inoltre compilare una dichiarazione liberatoria di responsabilità per l'ingresso del minore.

Nei giorni scorsi molte associazioni riminesi, in una nota stampa, si erano rivolte ai vertici di IEG e anche al Sindaco Gnassi per vietare l'accesso ai minori. Mercoledì Sergio Berlato, politico vicentino presidente del gruppo Fratelli d'Italia - Mcr in consiglio regionale, è intervenuto sulle limitazioni all'ingresso dei minori.

"L’organizzazione ha reso note le modalità di accesso con le quali sono state assunte posizioni a nostro avviso discriminatorie" , si legge nella nota. Il politico definisce "vergognoso ed oltraggioso che un genitore debba sottoscrivere una dichiarazione liberatoria di responsabilità come se stesse portando suo figlio in un posto pericoloso, mentre in realtà sta entrando in una fiera dedicata a delle attività perfettamente lecite come la caccia e il tiro sportivo, per esercitare le quali occorre essere persone dalla fedina penale perfettamente pulita e dalla condotta impeccabile."