Mercoled 19 Giugno05:51:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: alunni in piazza per dire "No" a bullismo e cyberbullismo

Martedì mattina un flash mob della scuola media "Teresa Franchini"

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:09 - 05 Febbraio 2019 Flash mob bullismo in piazza Ganganelli Flash mob bullismo in piazza Ganganelli.

Un flash mob contro il bullismo in piazza Ganganelli: questa mattina (martedì 5 febbraio) i ragazzi della media “Teresa Franchini”, insieme agli insegnanti, al sindaco Alice Parma e all’assessore ai servizi Educativi e scolastici Pamela Fussi si sono riuniti per dire no al bullismo e al cyberbullismo.
 
“Un nodo blu – le scuole unite contro il bullismo” nasce per celebrare il SID – Safe Internet Day, l’evento annuale che promuove un uso più sicuro di internet, il cui tema per l’edizione 2019 è “Together for a better internet” (insieme per un internet migliore) che vuole stimolare la collaborazione, appunto, fra scuola e famiglia per creare un ambiente digitale più sicuro. Su questi temi si è infatti attivato anche il Ministero di Istruzione, università e ricerca che ha elaborato un piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola, il progetto “Generazioni Connesse” – cofinanziato dalla Commissione Europea – e la giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo intitolata appunto “Un nodo blu – le scuole unite contro il bullismo”.
 
L’adesione a queste iniziative da parte dell’istituto Franchini rientra nelle attività che da tempo la scuola media porta avanti – in collaborazione con l’Amministrazione comunale, la polizia postale e i carabinieri – per diffondere la cultura della legalità e i corretti comportamenti anche nell’ambiente virtuale, secondo i principi elaborati dal Manifesto di comunicazione non ostile (www.paroleostili.com/manifesto/). Proprio con questi propositi, nel corso di questa settimana (dal 4 al 9 febbraio) la scuola Franchini organizza azioni di sensibilizzazione e una campagna di informazione, inseriti anche nel Piano dell’Offerta formativa e che proseguiranno anche attraverso progetti e iniziative anche nel corso dell’anno.
 
“Il valore e il compito della scuola non è solo quello di formare e ampliare la conoscenza degli studenti – afferma il sindaco Alice Parma – ma anche quello di educare ragazzi e ragazze a comportamenti corretti verso l’altro e la società intera”. “L’educazione civica, la valorizzazione dei rapporti umani, l’attenzione alle persone e la sensibilità verso i più svantaggiati: questi insegnamenti sono il valore aggiunto di ogni istituzione scolastica. Per questo motivo – conclude il sindaco Parma – siamo molto soddisfatti dell’attività che svolge quotidianamente la scuola Franchini per diffondere la cultura della legalità e del rispetto reciproco”.