Gioved 23 Maggio18:05:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Quattro editori a "caccia" dei diritti per il "Libro dei sogni" di Fellini

Istituto Luce-Cinecittà, Mondadori Electa, Skira e Aliberti. In uscita nel gennaio 2020

Attualità Rimini | 10:43 - 05 Febbraio 2019 Una immagine del Libro dei sogni Una immagine del Libro dei sogni.

Istituto Luce – Cinecittà, Mondadori Electa, Skira e Aliberti sono i quattro editori che si contenderanno i diritti per una nuova edizione del Libro dei sogni di Federico Fellini. Sono loro, infatti, ad aver prima risposto all’avviso pubblico bandito nel settembre scorso, manifestando il proprio interesse a partecipare alla procedura per la cessione temporanea dei diritti di pubblicazione per mezzo stampa del più celebre dei diari notturni, poi presentato singolarmente o in raggruppamento la propria proposta editoriale, corredata da un piano commerciale, entro il termine ultimo dello scorso giovedì 31 gennaio.

Una nuova edizione

Dopo l’edizione del 2007 per i tipi della Rizzoli, ora fuori catalogo, l’album dove il regista riminese, su consiglio dello psicoanalista Ernst Bernhard, ha trascritto i frutti della sua fertilissima attività onirica, si appresta dunque a tornare in libreria in una nuova veste grafica, con contributi originali e una diversa curatela. Di proprietà del Comune di Rimini, attualmente conservato presso il Museo civico della città, il Libro dei sogni troverà la sua definitiva collocazione nelle sale di Castel Sismondo, sede del futuro Musei Fellini.

Il Librone

L’uscita della nuova edizione è prevista per gennaio 2020, anniversario del centenario della nascita di Fellini, e sarà l’occasione per riscoprire un’opera complessa e ancora poco studiata che affianca il cinema del regista riminese, integrandolo e arricchendolo con la mediazione del sogno. Un lavoro che, prendendo spunto dai suggerimenti e dagli strumenti della psicoanalisi junghiana, racchiude in sé le caratteristiche del diario, dello storyboard e che affonda le radici nelle esperienze di Fellini come vignettista e umorista al “Marc'Aurelio”, anticipando di qualche decennio il linguaggio delle graphic novels.

La commissione

Nei prossimi giorni saranno effettuate le verifiche del possesso dei requisiti di partecipazione e sarà nominata una commissione appositamente costituita che valuterà le offerte e che, entro la fine di febbraio, formulerà una proposta di aggiudicazione.