Venerd́ 24 Maggio13:39:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Eccellenza, il debutto di mister Freschi nel derby con la Marignanese

Out Dosio, Casolla e Sartori acciaccati. Il tecnico: 'Il gruppo ha voglia di riscatto. Stiamo bene'

Sport Cattolica | 12:21 - 02 Febbraio 2019 Saranno numerosi i tifosi del Cattolica sulle tribune dello stadio di Marignano Saranno numerosi i tifosi del Cattolica sulle tribune dello stadio di Marignano.

Subito un derby per il nuovo tecnico del Cattolica, Federico Freschi, e che derby!. Freschi esordirà nella vicina San Giovanni in Marignano. La Marignanese naviga nei quartieri alti della classifica: 35 punti ed è reduce dal pareggio senza gol nella tana della corazzata Virtus Castelfranco. I giallorossi, che di punti ne ha 26, domenica scorsa ha visto stopparsi bruscamente con il Massa Lombarda la mini-striscia di due vittorie. E la sconfitta maturata al “Calbi” coi bianconeri è costata la panchina ad Alberto Angelini.

“Tutte le partite, quando ne mancano solo 13, sono importantissime, questa è particolarmente importante perché è un derby  – attacca il debuttante Freschi -. Abbiamo qualche problema fisico da valutare nelle prossime ore. Dosio non sarà della partita: ieri (venerdì, ndr) mattina ha fatto l'ecografia al quadricipite e dovrà stare fermo anche tutta la prossima settimana. Se tutto andrà bene tornerà a disposizione per la gara con l'Alfonsine. Salterà quindi anche il derby con la Fya Riccione. Qualche ragazzo si è allenato a parte e si è aggregato al gruppo solo giovedì, tra cui Sartori, alle prese con un guaio muscolare. E Casolla giovedì non si è allenato per un piccolo fastidio al polpaccio. Dovremo valutare bene le loro condizioni fisiche”.

Freschi apprezza l'organizzazione della Marignanese di mister Lilli. “La Marignanese l'ho vista a Cattolica nella gara d'andata: ho visto una squadra molto organizzata e con qualità. In mezzo al campo ha un giocatore importantissimo: Conti, che fa giocare molto bene la squadra, ma secondo me la sua forza è il collettivo. E' un gruppo che lavora molto bene: ha una grande organizzazione, aggredisce l'avversario e ha qualità sia fisiche che tecniche”.

Come ha trovato invece il Cattolica?

“I ragazzi li ho trovati bene. E' chiaro che sono arrivato in una situazione abbastanza delicata perché la squadra stava facendo anche risultati. A volte il cambio d'allenatore dà la scossa, altre volte all'inizio è difficile perché vedere un volto nuovo può destabilizzare. È stata una settimana conoscitiva: mi sono confrontato con i collaboratori, i ragazzi si sono allenati sempre bene e hanno una condizione fisica buona. Adesso bisogna vedere la domenica”.

Che partita si aspetta?

“Mi aspetto una partita difficile per le qualità della Marignanese. Mi aspetto però anche un Cattolica che abbia voglia di riscattare una sconfitta in casa che pesa. Andiamo a San Giovanni in Marignano con i presupposti giusti per cominciare a fare punti il prima possibile per cercare di raggiungere la salvezza il prima possibile”.