Sabato 20 Aprile19:20:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini piange Bruno Tosi, la sua vita dedicata agli altri

Scomparso all'età di 83 anni, uno dei personaggi più rappresentativi della comunità di Rimini

Attualità Rimini | 18:12 - 01 Febbraio 2019 Bruno Tosi Bruno Tosi.

Giovedì è scomparso all'età di 83 anni Bruno Tosi, uno dei personaggi più rappresentativi della comunità di Rimini, che si è contraddistinto in vita per il grande impegno profuso nello sport e nel sociale. E' stato presidente del San Giuliano Mare Calcio e della SanVis, dal 1993 presidente del comitato di solidarietà con il popolo Saharawi, sezione di Rimini. Ex commerciante, aveva svolto l'incarico di vicepresidente nazionale della Fiva e di vicepresidente della Confcommercio di Rimini.

L'IMPEGNO PER IL POPOLO SAHARAWI. Il comitato di solidarietà con il popolo Saharawi negli anni ha portato allo sviluppo di diversi e importanti progetti di sostegno e solidarietà, tra questi l'ospitalità durante il periodo estivo, a Rimini, di tanti bambini Saharawi e l'invio in Africa di materiale scolastico e didattico. Bruno aveva conosciuto la realtà del popolo Saharawi nel 1993 e da allora sono stati molteplici i viaggi fatti presso le tendopoli e l'invio di materiale sanitario, scolastico, sportivo per sostenere la popolazione, in particolare anziani e bambini. L'ultima iniziativa portata  a compimento è la colazione giornaliera garantita a circa 600 bambini della scuola elementare di Smara presso i campi Saharawi.

LA SQUADRA CON LA VALIGIA. Giordano Giacomini, segretario del comitato di solidarietà, ricorda: "La squadra con la valigia è la sua squadra, che 

ha portato tanti giovani per il mondo, ovunque vi era necessita' di portare aiuti materiali e tanta solidarietà'. Russia, Senegal, Brasile, Zambia, Australia, Mali, Nuova Caledonia, Togo, Costa d'Avorio, Tanzania, Mostar e Sarajevo, Peru', Algeria, Tunisia, sono i paesi che ha visitato assieme alla squadra,Non appena veniva a conoscenza che vi fosse necessita' di aiuti, sospendeva il campionato e partiva, assieme ai suoi piu' fidati collaboratori".