Venerd 24 Maggio13:42:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dibattito sull'Unione Comuni Valmarecchia, sindacati contro il sindaco di Novafeltria

Il primo cittadino è accusato di essersi sottratto al confronto con i lavoratori

Attualità Novafeltria | 15:38 - 01 Febbraio 2019 Stefano Zanchini, sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini, sindaco di Novafeltria.

I sindacati criticano il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini dopo l'intervista, sull'Unione dei Comuni della Valmarecchia, rilasciata al nostro portale. Il primo cittadino ha presentato una mozione, votata all'unanimità da tutto il consiglio comunale, chiedendo uno studio di fattibilità quale presupposto per una futura riforma dell'ente associativo.  Nell'intervista, il sindaco Zanchini sottolineava le criticità dell'Unione Comuni Valmarecchia e che gli stessi sindacati avevano sollecitato una soluzione e soprattutto degli incontri. In una nota, i sindacati Fp Cgil Rimini, Cisl Fp Romagna e Uilfpl Rimini evidenziano che nel novembre scorso il personale dell'Unione Comuni Valmarecchia aveva indetto uno stato di agitazione, invitando una lettera al presidente e ai sindaci della Valmarecchia per chiede un incontro, ma senza ottenere risposta. Quando fu il Prefetto di Rimini ad aprire un tavolo di confronto, si presentarono i soli sindaci Alice Parma (Santarcangelo), Francesca Ugolini (Talamello) e Guglielmino Cerbara (Sant'Agata Feltria). Tra gli assenti, anche il sindaco Zanchini, accusato dai sindacati di sottrarsi al confronto con i lavoratori e di farsi scudo con la loro protesta, ma anche di aver utilizzato le problematiche dell'Unione solamente per scopi politici, rimarcando che, "se l'intento fosse realmente quello di superare le criticità dell'ente, l'amministrazione comunale di Novafeltria non si sarebbe certo sottratta al tavolo di confronto". Ai sindacati non sono piaciute le parole del sindaco Zanchini, nell'intervista, laddove sottolineava: "Si salvano pochi servizi, in particolare quelli del sociale, probabilmente perché ci sono delle persone veramente capaci che con abnegazione hanno fatto molto più di quello che dovevano". Per i sindacati, con queste parole, il sindaco di Novafeltria "mette i voti ai servizi al di fuori della sua delega, parla di contrasti tra gli stessi lavoratori e si permette giudizi sulle loro capacità e sulle loro scelte senza alcun oggettivo riscontro". I sindacati difendendo tutti i lavoratori dell'Unione, poiché, evidenziano, "i servizi che oggi l’Unione garantisce sono realizzati per l’impegno di tutti i lavoratori, nessuno escluso".