Sabato 21 Settembre11:28:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Una mattina per il mare venerdì 1 febbraio alla Cineteca di Rimini con studenti ed esperti

Incontro organizzato da "Basta plastica in mare" che partirà dalla mostra di Vittorio d'Augusta

Attualità Rimini | 06:46 - 31 Gennaio 2019 Gli organizzatori con l'artista Vittorio D'Augusta Gli organizzatori con l'artista Vittorio D'Augusta.

“Segnali d'allarme: la Bellezza ci salverà o la Bruttezza ci seppellirà?”

E’ il titolo che riunisce le 12 testimonianze per il mare che  venerdì si avvicendano in Cineteca Comunale, stimolate dalla mostra/installazione di Vittorio D’Augusta in Galleria dell’Immagine, sempre in Palazzo Gambalunga. 

Rimini Venerdì 1° febbraio 2019, dalle ore 9.00 / 12.45. Con Liceo Classico Giulio Cesare, Liceo Artistico Serpieri, Istituto Turistico Marco Polo, aperto alla cittadinanza. Col patrocinio del Comune di Rimini.

Finora l’associazione ha incontrato più di mille ragazzi delle scuole di Rimini (con l'intenzione di ampliare a tutta la Romagna) dalle elementari, comunali e paritarie, alle superiori fino all’accademia d’arte. Tanti di loro hanno già visitato la mostra di Vittorio D’Augusta alla Galleria dell'Immagine, in dialogo con l’artista, già profugo istriano, autore della biblioteca di pietra sul molo di Rimini e insignito del Sigismondo d’Oro. 

"Sono i giovani, a cui lasceremo un patrimonio ambientale che le generazioni precedenti hanno pregiudicato, i migliori interlocutori dei decisori politici e istituzionali, dei responsabili di categoria (operatori del turismo e della pesca in particolare) per i quali il mare è una... non-inesauribile risorsa”, dichiara Alessandra Carlini, la presidente dell’aps Comitato Basta Plastica in MARE.

L’associazione si è data 4 anni per aggregare le imprese pubbliche e private che nei fatti aderiscano ai progetti finalizzati a eliminare l’uso di plastica usa e getta e a lavorare insieme per rimuovere quella che già giace sui fondali. E alle quali rilasceranno il marchio di sostenibilità Romagna Plastic Free/2023. E’ questo l’obiettivo partito dal basso in network da Rimini per tutta la Romagna: cultura della sostenibilità, soprattutto per il mare.  

Alla mattinata di incontri interverranno: 

Vittorio D’Augusta, autore di: "Manifesti e Segnali d’allarme"

Attilio Rinaldi, Centro ricerche marine di Cesenatico: "Differenze: il mare di un tempo e di oggi. E domani?”

Matteo De Nittis, armatore e navigatore: “Navigando per il Mediterraneo”

Claudio Cardelli, presidente associazione Italia-Tibet: “Asia e India. Dalla terra alla plastica”

Anna Maria Barilari, comitati turistici Rimini: “Il turismo dei grandi numeri è sostenibile?”

Francesco Piersimoni, Adrias online: “Ist. Marco Polo Lab con Basta Plastica in Mare: marketing territoriale e Rimini”

Michele Stabellini, ass. Sub Gian Neri: “Il video della plastica nei nostri fondali”

Davide Gnola, Museo della Marineria Cesenatico: “La marineria tradizionale è scuola di sostenibilità in Romagna”

Tonino Bernabè, presidente di Romagna Acque, Società delle Fonti: "I nostri obiettivi per il rispetto dell’Ambiente e del Mare”

Anna Montini, assessore politiche ambientali Comune di Rimini: “Cosa stiamo facendo e cosa faremo”

Marco Affronte, europarlamentare: “La UE per la tutela dell'Adriatico”

Edoardo Carminucci, studente Luiss: “Il futuro siamo noi. Dimostriamolo”