Sabato 25 Maggio02:20:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Crisi Nuova Condor, quattordici dipendenti su 21 perderanno il posto di lavoro

Sindacati sul piede di guerra, una rappresentanza ha manifestato davanti alla sede della Confcommercio

Attualità Rimini | 17:07 - 29 Gennaio 2019 Presidio sindacale di martedì mattina Presidio sindacale di martedì mattina.

Quattordici dipendenti su 21 perderanno il posto di lavoro alla Condor, storico tour operator di Rimini fondato nel 1958. La nuova proprietà (Nuova Condor) non ha accettato le proposte dei sindacati, nell'incontro che si è tenuto martedì 29 gennaio presso la sede della Confcommercio di Rimini. I sindacati avevano in particolare suggerito la trasformazione dei contratti di lavoro da tempo pieno a part-time, per diminuire gli esuberi. Dopo il mancato accordo, sarà così "guerra" tra i vertici aziendali e i sindacati, che impugneranno la procedura di licenziamento collettivo dei 14 lavoratori (una rappresentanza di essi ha manifestato proprio davanti alla sede della confcommercio).

Monica Succi, responsabile riminese di Fisascat Cisl Romagna, lancia un appello ai lavoratori: "se fino ad ora si poteva sperare in una disponibilità della Nuova Condor a ragionare, ora è evidente che bisogna tutelarsi con l'azione sindacale per cercare di ottenere le massime garanzie possibili".