Mercoled 17 Luglio04:04:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Elezioni a Misano, il Pd candida vicesindaco Piccioni. Subito una frecciata a Cecchetto

Piccioni,48 anni, già assessore dal 1999 al 2004 a Misano, dal 2009 vicesindaco

Attualità Misano Adriatico | 17:33 - 26 Gennaio 2019 Scorcio del municipio di Misano e nel riquadro Fabrizio Piccioni Scorcio del municipio di Misano e nel riquadro Fabrizio Piccioni.

La candidatura di Fabrizio Piccioni a sindaco di Misano Adriatico per le elezioni di Maggio 2019 ora diventa ufficiale; la coalizione di centro sinistra al governo della città ha espresso unanimemente fiducia e sostegno alla candidatura dell’attuale vice sindaco Fabrizio Piccioni, 48 anni, laurea in scienze politiche, già assessore dal 1999 al 2004 al Comune di Misano, assessore Provinciale di Rimini e dal 2009 Vice sindaco a Misano. 

Commenta il candidato sindaco del Pd: “Abbiamo cercato in queste settimane di ricompattare innanzitutto la nostra coalizione su un nuovo progetto di città e di idee per lo sviluppo del territorio, ma il nostro lavoro continuerà per allargare il più possibile il nostro progetto alla società civile per costituire una lista ampia e rappresentativa che sappia interpretare al meglio le idee che vengono dalla città. Penso che l’obbiettivo sia quello di mettere assieme esperienza e conoscenza amministrativa, con un rinnovamento generazionale e di idee inevitabile quando si lancia un nuovo progetto. Ci saranno sicuramente diversi volti nuovi, ma anche persone che hanno dimostrato capacità e radicamento sul nostro territorio, elementi di garanzia per il buon governo di una comunità”.

Il candidato già al lavoro su programma elettorale, non lascia trapelare alcuna indiscrezioni sui nomi dei suoi futuri collaboratori, ma assicura competenza e capacità “non ci si improvvisa amministratori di un territorio, occorrono conoscenza e ascolto, capacità e determinazione che sicuramente noi possiamo garantire. Tutto il mio impegno sarà rivolto al comune dove sono nato e vissuto nell’esclusivo interesse dei concittadini di Misano. Non saranno certo candidati come Claudio Cecchetto, che considera Misano come gioco, ad averla vinta e nemmeno coloro che hanno l’esclusivo interesse di mettere le mani sul nostro comune per obbiettivi di supremazia territoriale (il riferimento è ovviamente alla lista della lega sponsorizzata dall’amministrazione riccionese), tantomeno i cinque stelle che non sembrano in grado di poter proporre qualcosa di interessante e concreto. La nostra proposta, ne sono convinto, sarà la più convincente e quella che riscuoterà la fiducia della maggioranza dei misanesi”.