Venerd́ 24 Maggio13:50:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La notte di Natale minaccia la madre con un coltello per farsi pagare la cocaina: arrestato

I maltrattementi del figlio 30enne con il vizio della droga duravano da un anno. E' in carcere

ASCOLTA L'AUDIO
Cronaca Riccione | 12:34 - 24 Gennaio 2019 Il Capitano dei Carabinieri di Riccione Marco Califano (al centro) Il Capitano dei Carabinieri di Riccione Marco Califano (al centro).

Maltrattava e picchiava la madre, la minacciava anche di morte, la costringeva a dargli soldi anche nel cuore della notte – somme tra i 70 e i 100 euro - e a far prelevamenti bancomat per mantenere il suo vizio: l'uso di cocaina. Aveva anche costretto la donna di 53 anni (lavora come impiegata) a pagare di persona i suoi debiti con gli spacciatori, un migliaio di euro.
Un ragazzo di 30 anni di Misano, di professione cameriere, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Misano per estorsione e maltrattementi su ordine di custodia cautelare in carcere del Gip Vinicio Cantarini (pm Paola Bonetti).
La vicenda si trascinava da circa un anno e ha avuto il suo picco nel giorno di Natale. La donna era anche costretta per far fronte alla richiesta del figlio a fare ricorso a prestiti dei parenti e la vita in casa (il padre del ragazzo non abita in Italia) era un incubo: è capitato anche che il figlio abbia lanciato un coltello conficcatosi in una porta. Quando i carabinieri sono venuto a conoscenza della grave situazione famigliare, la madre - in un primo tempo restia a raccontare i fatti - ha collaborato con gli investigatori che poi hanno trovato conferma dei fatti anche nelle testimonianze dei parenti. L'uomo, arrestato mercoledì, si trova in carcere.

ASCOLTA L'AUDIO