Sabato 20 Luglio08:05:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavoro nero, scoperti 98 irregolari: un'impresa sconosciuta al fisco

Controlli della guardia di finanza di Rimini, multati 22 datori di lavoro: a Santarcangelo una ditta edilizia evadeva totalmente il fisco

Cronaca Rimini | 14:04 - 18 Gennaio 2019 Controlli della guardia di finanza di Rimini Controlli della guardia di finanza di Rimini.

La Guardia di Finanza di Rimini ha portato a termine nei giorni scorsi l'operazione "total Job", finalizzata al contrasto del lavoro nero e irregolare. Sono state numerose le imprese controllate in tutto il territorio provinciale, 13 quelle sottoposte ad accertamenti a Rimini:  stabilimenti balneari, discoteche, alberghi, club privè, ristoranti, ditte edili, ditte di produzione e vendita di gelati.

Al termine degli accertamenti ventidue datori di lavoro sono stati sanzionati per 200.000 euro, mentre sono stati identificati 98 lavoratori irregolari su 197, di questi 55 in nero (36 stranieri). 

La Finanza ha scoperto che tre gestori di locali da ballo di Rimini avevano alle dipendenze 19 lavoratori irregolari, 12 in nero. C'è poi il caso di un'impresa di progettazione e ristrutturazione edilizia, a Santarcangelo, risultata sconoasciuta al fisco, con 12 operai in nero, entrate non dichiarate per oltre 750.000 euro, evasione di iva per 160.000 euro e di contributi previdenziali per circa 50.000 euro.

Dei ventidue datori di lavori sanzionati, dieci rischiano la sospensione temporanea della licenza, per aver impiegato lavoratori in nero nella misura pari o superiore al 20% del personale presente durante l'ispezione. Nove di loro, per evitare sanzioni più pesanti, hanno provveduto a regolarizzare la posizione dei dipendenti sorpresi a lavorare in nero (24 persone), pagando all’erario le sanzioni ridotte, che hanno comportato un incasso per lo Stato di oltre 23 mila euro.