Giovedý 21 Marzo07:57:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, passa in Consiglio Comunale la mozione per vietare la fiera delle armi ai minori

Chiesto un nuovo regolamento che contempli il divieto di accesso ai minori di 14 anni anche se accompagnati

Attualità Rimini | 12:36 - 18 Gennaio 2019 Consiglio Comunale di Rimini (foto di repertorio) Consiglio Comunale di Rimini (foto di repertorio).

Col voto favorevole della maggioranza (16 i voti favorevoli, 5 contrari, 5 astenuti) il Consiglio comunale di Rimini ha approvato nella seduta di giovedì sera l’approvazione dello schema di convenzione relativo al permesso di costruire convenzionato presentato da Minerva Costruzioni. Respinta invece la mozione presentata dal consigliere comunale Carlo Rufo Spina inerente le misure di sostegno alla qualità e del comfort delle strutture alberghiere. 14 sono stati infatti i voti contrari, 10 quelli favorevoli e una astensione.

Approvato invece, dopo approfondita discussione, l’ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Kristian Gianfreda sul regolamento della manifestazione fieristica denominata HIT Show (Hunting, Individual Protection and Target Sports), che si svolgerà nel quartiere fieristico di Vicenza da 9 all’11 febbraio prossimo e che si caratterizza per essere – scrive il proponente – “l’unica manifestazione fieristica nei Paesi dell’Unione Europea in cui vengono esposte tutte le tipologie di armi (per la difesa personale, per il tiro sportivo, per le attività venatorie, per collezionismo, repliche di armi antiche), escluse quelle definite “da guerra”, alla quale è permesso l’accesso a tutti, minori compresi, invece che ai soli operatori di settore.”
Una partecipazione che – prosegue l’ordine del giorno – “pur esplicitando il divieto per i minorenni di maneggiare le armi esposte, non prevede al riguardo alcun controllo né sanzioni".
Prosegue Gianfreda: "E’ per queste ragioni che, vista la partecipazione azionaria dell’Amministrazione Comunale in Italian Exhibition Group (IEG) di cui fa parte Fiera di Vicenza, chiede a Sindaco e Giunta di far valere il proprio ruolo istituzionale per pervenire ad una posizione comune che definisca le criticità sopra evidenziate; esercitare la moral suasion nei confronti degli organizzatori di HIT Show, perché si arrivi al più presto e, comunque, prima della prossima edizione a definire un nuovo regolamento che riguardi sia i visitatori che gli espositori della manifestazione fieristica e che contempli il divieto di accesso ai minori di 14 anni anche se accompagnati, il divieto di svolgere attività di propaganda politica; proseguire l’interlocuzione con tutti i soggetti portatori di interesse, con particolare riferimento alle associazioni della società civile impegnate nel controllo della diffusione delle armi".
 
Obiettivi che – come hanno espresso nel proprio intervento il Vicesindaco Gloria Lisi e l’assessore Gian Luca Brasini – l’Amministrazione comunale condivide “non tanto per una scelta proibizionista o antiproibizionista ma perché le modalità di contatto dei giovani con le armi è un elemento estremamente delicato come i troppi drammi, che in paesi diversi dal nostro anche recentemente sono avvenuti, dimostrano.
Per questo proseguiremo i contatti coi colleghi vicentini e con le stesse associazioni organizzatrici perché questo aspetto così delicato ed importante per i nostri giovani trovi la miglior soluzione possibile.” L’ordine del giorno è stato approvato con 18 voti favorevoli, 7 contrari, una astensione.