Lunedž 25 Marzo05:34:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dopo il "Cappelletto solidale" arriva "Un passatello per la ricerca": a casa di Tommaso per Arop

Una serata a base di passatelli, buona musica e solidarietà, cibo e intrattenimento a km zero

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 16:57 - 16 Gennaio 2019 I ragazzi durante la preparazione dei passatelli I ragazzi durante la preparazione dei passatelli.

Dopo il successo de "Un Cappelletto per la ricerca", Tommaso Della Motta, riminese, 35enne, figlio di albergatori e gestore del Beestrò al Mercato Coperto di Cesena, ci riprova e insieme ad alcuni amici lancia "Un passatello per la ricerca". E' proprio lui a spiegare di cosa si tratta: "Ci vediamo di nuovo a casa mia per la seconda edizione della Raccolta Fondi per AROP. Ci saranno con noi a suonare in strada "Il Duo Bucolico", Mattia Tory Guerra, Paolo Sgallini, Francesco Checco Mussoni e Lorenzo Semprini dei Miami & the Groovers che si esibirà sul tetto di casa", ma tanti altri artisti sono in fase di conferma. L'idea è quella di offrire una serata alternativa e, a seguito di una donazione, a casa di Tommaso si potrà ascoltare buona musica, ci sarà intrattenimento per bambini, buon vino e ovviamente un piatto di passatelli rigorosamente "homemade", riprendendo la tradizionale ricetta romagnola. Il ricavato sarà devoluto ad Arop Onlus (Associazione riminese oncoematologia pediatrica). Con "Il cappelletto solidale" i ragazzi avevano raccolto più di mille euro, ovviamente sperano di superarsi e rilanciare con l'appuntamento che si terrà domenica 20 gennaio, dalle 17 in poi in vicolo San Giovanni 16 a Rimini.


 
Nell'audio l'intervista a Tommaso Della Motta di Mary Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO
Dopo il "Cappelletto solidale" arriva "Un passatello per la ricerca