Giovedý 17 Gennaio21:25:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Baseball Rimini, a sorpresa Ceccaroli non è più il manager dei Pirati: ecco Villalobos

Sui social la sorpresa dei tifosi, in gran parte contrari. Il presidente Pillisio: 'Posso anche andarmene"

Sport Rimini | 23:54 - 12 Gennaio 2019 Paolo Ceccaroli nin è più il manager dei Pirati di Rimini (foto Lauro Bassani) Paolo Ceccaroli nin è più il manager dei Pirati di Rimini (foto Lauro Bassani).

Il Rimini Baseball cambia a sorpresa la guida tecnica. Dopo due stagioni alla guida dei Pirati con uno scudetto vinto, Paolo Ceccaroli non è più il manager. La conferma arriva dallo stesso presidente Simone Pillisio al sito specializzato Baseball.it. Non sono chiare le motivazioni: saranno spiegate dallo stesso numero uno del club nel comunicato ufficiale anche se in prima battuta anticipa che la decisione non è in relazione ai mancati risultati ottenuti sul diamante: "Voglio ringraziare Paolo Ceccaroli per quello che ha fatto per il Baseball Rimini, ho apprezzato il suo lavoro in questa stagione che abbiamo condiviso. E non ho preso la decisione di cambiare la guida tecnica della squadra per i mancati risultati ottenuti sul campo”.

La scelta ricaderà probabilmente sul venezuelano 48enne Gary Villalobos nell'ultima stagione nello staff di Ceccaroli e ora impegnato come coach nella Lega Venezuelana, in precedenza negli staff di Bologna e Parma. "Ho saputo apprezzare le sue doti tecniche e umane e mi sembra che gli stessi giocatori abbiano avuto una buona impressione” puntualizza Pillisio che per il futuro fa più di un pensiero a Renny Duarte che è stato l’allenatore di Novara quando lui era presidente: ora il coach è impegnato. 

La notizia ha fatto in breve il giro dei social scatenendo il parere negativo dei tifosi o di una parte di essi: del resto Ceccaroli è una figura molto amata e appartiene alla storia del Baseball Rimini.
Il presidente Pillisio non ci sta e rintracciato a tarda sera ribatte: "Si tratta di tifosi che non capiscono cosa significa gestire una società e questa di Rimini io l'ho salvata - attacca - se non sono ben visto posso togliere il disturbo, ci sono piazze che mi fanno ponti d'oro. In un anno siamo stati vice campioni d'Europa, costruito un ristorante che lavora tutto l'anno, e riequilibrato tutte le situazioni deficitarie. Basta? Se ai riminesi non piace posso andarmene domani. Nessun problema. Vorrà dire che Rimini farà la serie B con i giovani".
Stefano Ferri