Venerd 22 Marzo06:11:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket C Gold, RBR attesa al riscatto in una giornata speciale: debuttano il main sponsor e l'inno

L'avversario è l'Arena Montecchio (ore 18). Coach Bernardi: 'Questo schiaffo è stato un bagno di umiltà'

Sport Rimini | 15:42 - 12 Gennaio 2019 Un time out di Rinascita basket Rimini (foto da pagina fb) Un time out di Rinascita basket Rimini (foto da pagina fb).



Domenica alle 18 al Flaminio (nelle curve non ci saranno più le barriere) RBR affronta l'Arena Montecchio. Una giornata speciale perchè c'è da riscattare il ko di sette giorni fa in casa contro Fiorenzuola, perché debutta il main sponsor Albergatore Pro, e perché sarà presentato ufficialmente  il primo inno del basket riminese "Seconda pelle addosso", scritto da Andrea Nicoletti e Mario Fucili dei 78 Bit official (dopo il successo a Sanremo Giovani nel 2002 si sono riuniti per questo grande evento) e Max Monti (produttore per la parte musicale).
Coach Bernardi, come si è allenata la squadra in questa settimana post prima sconfitta? L'atteggiamento dei ragazzi è quello che avevi chiesto dopo la partita con Fiorenzuola?
"Abbiamo lavorato bene con l'atteggiamento giusto. Mercoledì abbiamo fatto un'amichevole che ci serviva per provare alcune situazioni di gioco. Purtroppo in questi giorni abbiamo saputo del bollettino medico sui nostri infortunati, tra l'altro Luca Bedetti si è operato al dito. Dobbiamo far fronte a questa emergenza perchè siamo otto giocatori senior oltre ai ragazzi giovani quindi il lavoro in settimana è stato fatto anche con questa consapevolezza."
A proposito dei due infortunati, che situazioni adotterà per sostituirli al meglio sul campo?
"E' chiaro che dobbiamo ottimizzare le nostre forze. Degli otto giocatori senior di rotazione (Ramilli escluso) che sono a disposizione tre sono lunghi e cinque sono esterni, più tutti i ragazzi del 2000. Prima tutti dicevano che eravamo superiori fisicamente, tra l'altro è una cosa non sempre vera e basta guardare la partita di domenica; inoltre in questo campionato ci sono due squadre che sono fisicamente più forti di noi tra cui Fiorenzuola che ha un playmaker di 1.95 e giocatori alti in tutti i ruoli. Se noi giochiamo a difesa schierata a metà campo facciamo fatica e la scorsa partita, al di là dell'atteggiamento, lo ha dimostrato. Probabilmente serviva uno schiaffo del genere per fare un bagno di umiltà, ma a parte questo le nostre caratteristiche fisiche ci portano a giocare in velocità ed alzare i ritmi in difesa e non possiamo permetterci di giocare a difesa schierata perchè altrimenti contro queste squadre andiamo in difficoltà. Dobbiamo avere consapevolezza della situazione, sapendo che siamo solo in otto fra cui: Ramilli e Moffa non hanno mai fatto la C Gold, Bianchi l'ha fatta una volta e abbiamo un paio di acciaccati. Bisogna veramente rimboccarsi le maniche e mettere in campo tutto quello che abbiamo, sopratutto avere ordine nel rispettare il nostro sistema di gioco dando il 150%. Abbiamo sbagliato una volta, non intendiamo farlo un'altra volta."