Sabato 16 Febbraio03:33:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket giovanile, nel Memorial Fabbri l'Emilia Romagna raccoglie due terzi posti

Nelle due finaline l'Under 15 maschuile ha battuto il piemonte, l'Under 14 femminile ha piegato il Lazio

Sport Rimini | 14:13 - 06 Gennaio 2019 La squadra Under 15 maschile dell'Emilia Romagna allenata da Fabrizio Ambrassa La squadra Under 15 maschile dell'Emilia Romagna allenata da Fabrizio Ambrassa.

Con un (doppio) sorriso, termina l’avventura delle selezioni regionali dell’Emilia-Romagna al “9° Memorial Mario Fabbri”, manifestazione che si è tenuta a Rimini e Santarcangelo, dal 3 al 6 gennaio.

Gli Under 15 hanno sconfitto per 80-61 il Piemonte ed hanno chiuso al terzo posto. Stesso gradino del podio per le Under 14 che, invece, hanno superato il Lazio per 59-41.

Doppietta per la Lombardia che ha vinto in entrambe le categorie. Gli Under 15 hanno liquidato facilmente la Toscana (anche +50), chiudendo sull’87-48, mentre le Under 14 hanno battuto il Piemonte per 56-40.

UNDER 15 MASCHILE

EMILIA ROMAGNA – PIEMONTE 80 - 61

(15-18; 31-32; 56-47)

Emilia Romagna: Bandini (Pall. 2.105 Forlì) 2, Maltoni (Pall. 2.015 Forlì) 4, Cavicchi (Vis 2008 Ferrara), Simonetti (Vis 2008 Ferrara), Glinos (Bsl San Lazzaro) 2, Sibani (BSL San Lazzaro) 6, Collina (Virtus Bologna) 2, Terzi (Virtus Bologna) 7, Manna (Fortitudo Bologna) 9, Niang (Fortitudo 103 Academy Bologna) 9, Sabbioni (Dolphins Riccione) 8, Scarponi (Basket Santarcangelo) 31. All. Ambrassa.

Piemonte: Laganà 2, Morando, Corgnati 7, Melli 2, Aimone 15, Morina 10, Sorge, Barale 6, Attademo 6, Cuttini 5, Montalbetti 4, Marando 4. All. Leccia.

Non era scritto e, invece, l’Emilia-Romagna Under 15 maschile ha reagito alla sconfitta in semifinale, dopo un supplementare, contro la Lombardia, superando il Piemonte e conquistando un buon terzo posto. L’orario (palla due ore 9.15) ha probabilmente inciso, perché i primi venti minuti non sono stati di grande livello ed entrambe le squadre non hanno mai segnato da fuori. Nella ripresa, la maggiore qualità dei ragazzi di Fabrizio Ambrassa ha fatto la differenza, anche se lo scarto finale è ingeneroso per la formazione ospite.

La cronaca: dopo le prime schermaglie (4-4 al 4’), era Scarponi a trascinare l’Emilia Romagna sul +7 (13-6), ma, improvvisamente, si spegneva la luce in attacco ed il Piemonte, grazie ad un ottimo Morina, metteva la freccia con un break di 0 a 12 (13-18 al 9’). Nel secondo periodo era Niang, con sei punti consecutivi, a tenere i biancorossi a contatto (21-22 al 14’), poi gli ospiti, con recuperi e canestri in campo aperto, salivano a +7 (21-28). Era nuovamente Scarponi a rispondere presente, ben supportato dal lungo Sabbioni e, così, all’intervallo il punteggio era di 31-32. La pausa era taumaturgica per i padroni di casa che riprendevano con un altro piglio: Scarponi infilava due triple (10 punti nel quarto), Niang si faceva sentire vicino a canestro e Sabbioni proseguiva nel suo magic moment. Morale: 45-36 al 24’, che diventava prima 50-38 (contropiede di Manna) e poi 54-40 (recupero con canestro del play tascabile Bandini). Il Piemonte aveva l’ultimo sussulto nelle prime curve dell’ultima frazione (60-53 al 33’), con Aimone che era l’ultimo ad arrendersi, ma il successivo parziale di 13-1, con Scarponi sempre presente in fase offensiva, chiudeva ogni discorso. Massimo vantaggio con Sibani sul 79-57, a 2’ dalla fine, poi era garbage time.