Sabato 19 Gennaio04:04:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, ladri assaltano le case di Santa Aquilina: razziati soldi e gioielli dalla cassaforte

Quattro colpi in pochi giorni: gli abitanti tra esasperazione e paura chiedono interventi delle forze dell'ordine

Cronaca Rimini | 06:39 - 06 Gennaio 2019 Furti e rapine in casa senza sosta (foto di repertorio) Furti e rapine in casa senza sosta (foto di repertorio).

Un periodo festivo infelice per i cittadini di Santa Aquilina di Rimini, zona vittima di incursioni di ladri nelle ultime due settimane. Sono i residenti a segnalare la situazione, chiedendo un intervento delle forze dell'ordine e qualche pattugliamento in più. In azione, dal modus operandi, sembra essere entrata una banda di professionisti, che probabilmente ha effettuato dei sopralluoghi prima di colpire. Quattro i furti portati a termine.

IL BLITZ IN VIA SOLARA. Un colpo è stato effettuato a danno di una coppia di anziani, poco prima di Natale. Tra le 10.15 e le 11, approfittando dell'assenza dei padroni di casa usciti a far la spesa, i ladri hanno forzato il portone con un piede di porco, non potendo passare dalla finestre difese delle inferriate. Una volta dentro hanno messo tutto a soqquadro e hanno scoperto la cassaforte dove erano nascosti 1000 euro in contanti e gioielli per un altro migliaio di euro, forzandola probabilmente con un flessibile e portando via tutto. Altri due furti sono avvenuti nella zona dietro la Chiesa di Sant'Aquilina, anche in questo caso i ladri hanno colpito di mattina, in assenza dei proprietari, approfittando anche del fatto che il quartiere, di giorno, non sia molto popolato, in quanto i residenti sono impegnati sul lavoro. L'ultimo furto è avvenuto invece nella notte tra venerdì e sabato: due ignoti malviventi, con il volto incappucciato, hanno scassinato il furgone di un elettricista, portando via del materiale custodito all'interno: il proprietario si è svegliato sentendo il proprio cane abbaiare e ha messo in fuga i malviventi, che però sono riusciti a portare via il bottino. Forse c'era anche un terzo soggetto, a fungere da palo; probabilmente, dopo la fuga a piedi, sono saliti sulla loro automobile, nascosta da qualche parte, facendo perdere le loro tracce. "C'hanno preso di mira, questa non è una zona ricca, ma oltre a portarci via quelle poche cose che teniamo in casa, mettono tutto a soqquadro", è l'amara constatazione dei residenti, rilanciando l'appello affinché le forze dell'ordine effettuino più pattugliamenti in zona.