Domenica 16 Giugno03:03:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Eccellenza, Rossini tra i pali del Cattolica: 'Per la salvezza serve continuità di risultati'

Il portiere ha accettato la proposta del club giallorosso pur dovendo soppritare dei sacrifici

Sport Cattolica | 15:30 - 04 Gennaio 2019 Il portiere Andrea Rossini ha accettato la proposta del Cattolica Il portiere Andrea Rossini ha accettato la proposta del Cattolica.

Per difendere i pali il Cattolica ha scelto un “fuori categoria”, ossia un portiere che per la prima volta gioca in Eccellenza, dopo una carriera con tanta serie C e dieci presenze in serie B: Andrea Rossini. Una scelta di vita ha portato l'estremo difensore santarcangiolese classe '90 a vestire il giallorosso.
“Questo per me è stato un anno di dilettantismo – attacca Rossini, che nell'ultima stagione ha collezionato 32 presenze in D difendendo la porta del Castelvetro -. Ho fatto una scelta di vita, decidendo di non continuare più nel professionismo per dare priorità al lavoro. Faccio l'agente di commercio per un'azienda di Santarcangelo e ho cercato quindi una società che mi permettesse di giocare e portare avanti al contempo il mio lavoro”.
Rossini vive a Modena e per allenarsi quindi deve percorrere, tra andata e ritorno, oltre 320 km. “E' un piccolo sacrificio, la società mi permette di saltare qualche allenamento, ma riesco ad allenarmi con una certa costanza”.
Perché proprio Cattolica?
“Ne ho sempre sentito parlare, è una bella realtà – risponde il portiere -. Il contatto è arrivato tramite il direttore sportivo Emanuele Benvenuti, che mi ha parlato del progetto e mi ha chiesto di dargli una mano. Ho parlato anche con il presidente Francesco Visino, che mi sembra una persona seria e che ci tiene. Entrambi mi hanno convinto e io ho accettato volentieri”.
Il Cattolica finora ha conquistato 20 punti, con un cammino altalenante. Che cosa si aspetta da questa seconda parte di stagione?
“Non conosco molto bene le squadre del girone e neanche il potenziale della squadra giallorossa. Mi hanno detto però che è un campionato molto equilibrato. Per raggiungere l'obiettivo salvezza bisognerà essere costanti nei risultati. Spero che il mio arrivo e quello degli altri rinforzi aiuti la squadra ad avere una maggiore costanza”.
Chi conosce dei suoi nuovi compagni?
“Conosco solo Nicolò Bacchiocchi perché abbiamo giocato insieme nelle giovanili del Cesena”.