Domenica 25 Agosto09:54:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nove minimarket non rispettano l'obbligo di chiusura per Capodanno, pioggia di sanzioni

Nel mirino anche chi dopo il veglione ha esagerato con l'alcol: sette patenti ritirate

Cronaca Rimini | 12:49 - 04 Gennaio 2019 Auto della Polizia Municipale di Rimini Auto della Polizia Municipale di Rimini.

Intensi controlli anche per la Polizia Municipale di Rimini tra il 29 dicembre e la notte del 1 gennaio. Gli agenti hanno effettuato verifiche sul rispetto dell'ordinanza comunale che imponeva, ai titolari e gestori di esercizi commerciali in sede fissa e su area pubblica del settore alimentare o misto, di chiudere alle 21 nelle giornate del 30 e 31 dicembre e del 1° gennaio. Una misura adottata proprio per limitare l’accesso indiscriminato a bevande alcoliche a basso costo ed evitarne l’abuso in concomitanza con i tanti eventi e manifestazioni pubbiche promosse nelle serate di festa. Delle 81 attività controllate dalle pattuglie in servizio, sono state nove quelle sanzionate perché risultate aperte oltre l’orario consentito: si tratta di minimarket, di cui tre nella zona del centro (piazzale Cesare Battisti, via Giovanni XXIII e via Garibaldi), mentre i restanti attivi sul lungomare. 

CONTRASTO ALLA GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DI ALCOOL. Non meno importante e impegnativo il servizio che ha visto gli agenti della Polizia Municipale controllare eventuali abusi di alcol da parte di chi era alla guida. Ben 243 gli automobilsti fermati e sono stati 7 quelli a cui è stata ritirata la patente a seguito dei test etilometrici. Tra questi, un uomo fermato con un tasso alcolemico pari a 2,13. “Abbiamo voluto - spiega l’assessore Jamil Sadegholvaad- dare gambe alle ordinanze disposte per le festività di fine anno con controlli continui e fitti, che hanno anche permesso di sanzionare diverse situazioni fuori dalle regole”.