Giovedý 23 Maggio05:55:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, che bagarre attorno a bomber Costantino del Sud Tirol: il Teramo è in vantaggio

Caccia al bomber. i pezzi pregiati costano. Buonaventura richiesto in D da Reggiana e Rezzato

Sport Rimini | 17:56 - 03 Gennaio 2019 L'attaccante Costantino (foto dal sito dell'Fc Sud Tirol) L'attaccante Costantino (foto dal sito dell'Fc Sud Tirol).

Come ogni stagione è la caccia al bomber ad accendere il mercato. Mezza serie C è a caccia dell'uomo gol e ovviamente c 'è anche il Rimini (prossimo all'annuncio del difensore esterno Valerio Nava, come anticipato da altarimini.it) che ha disperato bisogno di qualche gol in più. La vicenda è intricata anche perché siamo solo agli inizi della sessione di riparazione. 

LA MAPPA DEI BOMBER Escludendo i bomber di fascia alta - Guidone del Padova, Mokulu del Carpi, Scappini del Cittadella ed ex Ravenna, Perez del Cosenza - il Rimini ha puntato il suo mirino su Rocco Costantino, classe '90, in uscita dal Sud Tirol dove l'anno scorso ha segnato 10 reti e quest'anno 4 in 18 partite. In precedenza tanta serie D con tre stagioni magistrali a Pesaro (13, 10 e 23 gol, le ultime due di fila). Il problema è che su di lui - come rivela il suo procuratore Samuele Sopranzi, lo stesso di Buonaventura - ci sono Teramo, Pesaro, Albinoleffe, Gubbio e Monopoli e chi più ne ha ne metta. Tra tutte il Teramo è in vantaggio pare di capire perché se non altro si è mosso prima tanto che dall'Abruzzo si sentono il bomber già in casa dopo l'ingaggio dell'esperto centrocampista Luigi Giorgi (250 presenze nel calcio professionistico, delle quali 67 in serie A tra Ascoli ed Atalanta e 145 in B con Ascoli e Spezia). "Contiamo di chiudere in questi giorni - dice il ds Sandro Federico - . Siamo d’accordo sia col Sud Tirol che col ragazzo". Non è proprio così, riferisce il ds Paolo Bravo: oltre all'ingaggio del giocatore (almeno biennale) c'è la buonuscita al Sud Tirol. A Teramo una delle alternative è Andrea Bianchimano, 22 anni appena compiuti ma con esperienze importanti a Reggio Calabria (con Maurizi), cresciuto nelle giovanili del Milan. Il Perugia lo acquistò già nel gennaio 2018, lasciandolo in prestito al club calabrese con il quale ha collezionato, complessivamente, 54 presenze, realizzando 13 reti di cui 9 la stagione passata. Piace anche Jacopo Sciamanna, partner proprio di Bianchimano a Reggio (12 presenze e 4 reti) ex Correggese. In uscita da Teramo c'è Gianmarco Piccioni, ex Santarcangelo.
Intanto il Fano (solo 11 gol segnati di cui sei portano la firma pesante dell'italo argentino Jonathan Alexis Ferrante) ha ormai definito con Filippo Scardina, navigato bomber classe '92 nella prima parte di stagione è andato a segno ben 4 volte in 15 presenze con la Pro Piacenza.
E allora? Con uno sforzo economico si può arrivare a Simone Magnaghi, scuola Atalanta, in uscita da Pordenone, oppure a Sasha Cori in uscita da Monza (ma può convivere con Volpe?) che  piace anche alla Fermana e a tanti club mentre Carmine De Sena, ex Ravenna, che vuole tornare in Romagna lasciando Bisceglie può essere la soluzione che più si addice al portafoglio biancorosso. Una carta da giocare può essere il giovane asso croato ex Primavera Toro (42 presenze 30 gol e 3 assist) Karlo Butic, in uscita dalla Ternana. Una cosa è certa: l'attaccante non si può sbagliare. 

USCITE Accennavamo prima a Buonaventura. In serie D è ambito da piazze importanti come Reggiana e Rezzato ma il fatto che possa essere disponibile solo da fine gennaio - ha giocato l'ultima partita col Renate: per scendere in D deve passare un mese dall'ultima partita - potrebbe scoraggiare i club interessati. E poi Buonaventura gradirebbe restare. Stesso problema per Cecconi e Cicarevic, tutti in campo a Meda. Il guaio è che il Rimini deve sfoltire la rosa (anche Serafino è ancora a libro paga) e finora se ne sono andati solo BadjieBattistini e tempo fa Serafini. Ci aspettano due settimane di fuoco. 

Stefano Ferri