Sabato 20 Aprile15:56:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, fa sparire i soldi autofinanziati dalla comunità: nei guai una 40enne

Avrebbe fatto sparire 3000 euro, soldi per evitare di ricorrere a dei prestiti

Cronaca Rimini | 07:04 - 02 Gennaio 2019 Soldi contanti Soldi contanti.

Una pratica in voga tra le comunità straniere è quella del prestito autofinanziato. Ogni partecipante mette una cifra al mese, per diversi mesi, e ogni volta un singolo beneficia dell'intera somma mensile versata. A Rimini però un caso è finito con una denuncia per una donna peruviana quarantenne, accusata di appropriazione indebita. I fatti risalgono a qualche mese fa. Una comunità di peruviani (tutti regolari in Italia) ha infatti deciso, lo scorso settembre, di avviare questa pratica del finanziamento: dieci persone avrebbero dovuto mettere 300 euro a testa al mese, per dieci mesi; ognuna di loro, in base a un sorteggio, nell'arco di questi dieci mesi avrebbero avuto per una volta l'intera somma mensile, 3000 euro. Il tutto per evitare di ricorrere a dei prestiti che comporterebbero l'applicazione di tassi di interesse. Nei primi due mesi tutto è filato liscio, ma a novembre 2019 il sorteggiato non si è visto consegnare dalla donna indagata i 3000 euro. A quel punto non ha potuto far altro che denunciare quanto accaduto ai Carabinieri, attraverso il suo legale, l'avvocato Enrico Graziosi.