Venerd 19 Luglio17:06:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli terra del jazz con il festival internazionale dedicato a Django Reinhardt

Venerdì 28 dicembre la prima giornata di eventi: tra i protagonisti i Django's Roots

Eventi Pennabilli | 13:00 - 27 Dicembre 2018 Due componenti del gruppo musicale Django's Roots Due componenti del gruppo musicale Django's Roots.

Al via la settima edizione del Festival Internazionale di Jazz Manouche “Pennabilli Django Festival” l’evento invernale realizzato dall’associazione culturale Ultimo Punto che si propone di scaldare l’atmosfera con della buona musica in attesa del Capodanno.
Il Festival è dedicato alla straordinaria figura di Django Reinhardt, ideatore e massimo esponente del genere musicale “Manouche” detto anche “Gypsy Swing” o “Gipsy jazz” e si svolgerà dal 28 al 30 dicembre 2018 a Pennabilli.
Ogni giorno il programma del Pennabilli Django Festival si compone di un concerto-aperitivo alle ore 17.00 presso la suggestiva location dell’Orto dei Frutti Dimenticati, un concerto principale alle ore 21.15 presso l’Hotel Duca del Montefeltro e a seguire dalle ore 23.30 concerto e jam session fino a tarda notte presso l’Ostello Montefeltro.
 
In programma per il primo giorno, venerdì 28 dicembre alle 17.30 presso l’Hot Club Orto dei Frutti Dimenticati e alle 23.30 all’Hot Club Ostello Montefeltro si esibiranno i Django's Roots. Il gruppo ripropone alcuni tra i classici brani del repertorio del leggendario Django Reinhardt rivisitandoli in chiave elettrica e moderna. Mantenendo fedelmente le radici della musica senza tempo di questo straordinario artista, ne esplorano l’incredibile caleidoscopio che continua ad essere fonte di ispirazione per le nuove generazioni ed oltre. Il gruppo è formato da: Daniele Gregolin alla chitarra, uno dei massimi esponenti del suo strumento in Italia attivo sia nella musica jazz che rock e pop; Gabriele Boggio Ferraris, giovane vibrafonista lodigiano classificato tra i top 5 vibrafonisti italiani per due anni consecutivi dalla prestigiosa rivista JAZZ.IT; Massimo Manzi, batterista di fama internazionale che non ha bisogno di presentazioni e che da vent’anni collabora abitualmente col gotha del Jazz mondiale; Giacomo Tagliavia giovane talentuoso contrabbassista, già attivissimo tra la Lombardia e la Sicilia.
 
Mentre il concerto principale si svolge presso l'Hotel Duca del Montefeltro alle ore 21.15 con i Fanou Torracinta Trio. Originario di Balagne, in terra corsa, Fanou Torracinta è un giovane chitarrista “folgorato” all’età di 12 anni dallo swing di Django Reinhardt. La sua ottima tecnica e la splendida versatilità musicale ne hanno fatto negli ultimi anni una celebrità in ambito manouche, nella sua terra e oltralpe. Ha al suo attivo un gran numero di concerti e di collaborazioni con musicisti di fama internazionale e due dischi con il Corsican Trio, progetto da lui capitanato che mira a mescolare la grande musica di Django Reinhardt con la musica e il canto corso. Accompagnato per l’occasione da Giangiacomo Rosso alla chitarra e da Filippo Cassanelli al contrabbasso, offriranno al pubblico di Pennabilli un repertorio che spazierà dai brani classici appartenenti alla tradizione dello Swing Manouche a composizioni inedite scritte da Fanou e minuziosamente arrangiate per il trio.
 
Segnaliamo inoltre i seminari di chitarra con Fanou Torracina, Tchavolo Schmitt e Peo Alfonsi e l’originale appuntamento di sabato 29 dicembre alle ore 14: “Gipsy Trail” una passeggiata nei boschi intorno a Pennabilli con sorpresa musicale del gruppo Retriò swingin' project, a cura delle associazioni Chiocciola la casa del Nomade e D’là de’ foss con la collaborazione del Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone e Simoncello di Pennabilli.