Marted 23 Aprile22:48:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini sede Questura, interviene presidente della Provincia Riziero Santi

Necessaria una soluzione: "il blocco un fatto di gravità inaudita, si ravveda il sottosegretario Morrone"

Attualità Rimini | 07:40 - 24 Dicembre 2018 La sede abbandonata della nuova Questura di Rimini La sede abbandonata della nuova Questura di Rimini.

Anche il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi interviene sulla questione della sede della Questura di Rimini. "Il blocco delle procedure per dare una soluzione all’annoso problema della sede della Questura di Rimini" dice Santi prima annunciato poi messo in atto con il ritiro di Inail dell’offerta per l’acquisto degli edifici di via Roma, sono un fatto di gravità inaudita."

Una battuta d'arresto "avvenuta ad opera del Governo senza il minimo coinvolgimento di Regione, Provincia e Comuni."

Il Presidente si appella al Governo perchè mantenga il patto stipulato con l'allora Ministro dell'Interno Minniti. "Il Sottosegretario Morrone si ravveda e non spacci una ingiustificata rinuncia per una soluzione alternativa e definitiva, che sarebbe assolutamente inadeguata per il nostro territorio. L’On. Morrone eserciti il suo ruolo di uomo di Governo e delle istituzioni assumendosi l’onere e la responsabilità di dare seguito agli impegni, evitando di fare apparire questo atto come lo sgambetto del politico leghista ad una comunità che non considera amica.

Così facendo la si butta ancora una volta in politica – come è successo con le risorse tolte per le periferie e per tanti investimenti già in itinere - e si vanificano gli sforzi fatti negli anni per trovare una soluzione alla vicenda.

E’ assolutamente necessario bonificare l’area vicino allo stadio e dare una soluzione alla Questura. Questa è una priorità non solo per la città di Rimini, che in questa vicenda è vittima, ma per l’intero territorio della Provincia di Rimini.

La soluzione del trasferimento della Questura nella sede di piazzale Bornaccini non può che essere provvisoria in vista della sistemazione definitiva in via Roma e la decisione di far ritirare ad Inail l’offerta per l’acquisto dell’edifici, che sarebbe stato poi affittato alle forze dell’ordine, è un duro colpo al nostro territorio."