Domenica 08 Dicembre12:17:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Assegno da 20.000 euro donato all'ospedale di Rimini grazie ai campioni della Nove Colli

Un bel gesto per i bimbi dell'oncoematologia pediatrica: finanziate borse di studio e pet therapy

Attualità Rimini | 12:43 - 21 Dicembre 2018 La consegna dell'assegno La consegna dell'assegno.

Il Natale quest’anno è arrivato con qualche giorno d’anticipo all’Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini: venerdì 21 dicembre il Gruppo Cicloturistico Fausto Coppi, la Sportful e l’Istituto Oncologico Romagnolo hanno approfittato della presenza in corsia dei cuccioli e degli operatori di pet therapy della Dog Galaxy Centro Cinofilo per fare una sorpresa a staff e piccoli pazienti del reparto guidato dalla dott.ssa Roberta Pericoli. Per l’occasione è stato consegnato proprio nelle mani della Responsabile l’assegno da 20.000 euro dell’iniziativa #NoveColli4Children, una corsa contro il tempo svoltasi all’interno della Granfondo più antica del mondo in cui un gruppo di campioni ha provato a tagliare il traguardo del percorso da 130 km in meno di 4 ore. L’impresa non è riuscita di un soffio a Yuri Chechi, Ivan Basso, Joaquim Rodriguez e compagni, tuttavia la generosità del Gruppo Cicloturistico Fausto Coppi e di Sportful ha permesso di garantire comunque il contributo all’Istituto Oncologico Romagnolo, che lo utilizzerà per assicurare ai piccoli pazienti di Rimini due attività fondamentali: la pet therapy e le borse di studio per tutti quei ragazzi costretti dalla malattia ad assentarsi per lunghi periodi dalla scuola, vedendo così le proprie possibilità formative ridursi nei confronti dei coetanei sani proprio a causa del cancro.

 
“Siamo orgogliosi dell’iniziativa #NoveColli4Children che abbiamo ideato insieme agli amici dello IOR, l’istituto Oncologico Romagnolo con cui collaboriamo da anni, e alla Sportful, grazie alla sensibilità della famiglia Cremonese” sottolinea il presidente della ASD Fausto Coppi di Cesenatico, Alessandro Spada. “Quest’anno ho partecipato personalmente alla giornata dei volontari a Bellaria e ho ancora nella mente le immagini di questi bambini colpiti da questo male. Sapere che grazie alla nostra iniziativa abbiamo contribuito ad alleviare il loro dolore non può che riempirmi il cuore. Voglio fare un plauso alla dott.ssa Pericoli e a tutti i collaboratori dello IOR, che grazie alla pet therapy e alla scolarizzazione a domicilio, ridurranno l’ansia e il dolore di questi piccoli pazienti e nello stesso tempo, li aiuteranno a non perdere terreno a scuola.
Stiamo già lavorando assieme agli amici dello IOR e al suo direttore-ciclista Fabrizio Miserocchi, a nuovi avvincenti progetti per il futuro.”
 
“Abbiamo abbracciato da subito questo progetto, e voglio ringraziare tutti i componenti del nostro Dream Team per avere creduto nell’iniziativa - sostiene per Sportful Dario Cremonese, amministratore delegato di Manifattura Valcismon. “Ai nostri campioni di solidarietà non potevamo chiedere altro. Visto il loro impegno, e vista soprattutto la causa in gioco, da parte nostra fare il massimo era l'unico obiettivo. I progetti di pet therapy e le borse di studio per i piccoli ospiti dell’ospedale riminese ci rincuorano: è un piccolo contributo che può portare a delle grandi vittorie per questi bambini.”
 
“Il grande successo dell’iniziativa #NoveColli4Children ha portato ad un contributo per noi fondamentale – spiega il Direttore Generale IOR, Fabrizio Miserocchi – perché ci permette di garantire due attività di estrema importanza nel percorso di cura di questi ragazzi. La pet therapy dà la possibilità ai piccoli pazienti ospedalizzati di ridurre ansia e dolore in un momento di profondo stress per loro e per le loro famiglie, rendendoli più cooperativi nei confronti delle terapie. Grazie alle borse di studio, poi, potremo permettere agli insegnanti di andare direttamente al domicilio del ragazzodi modo che rimanga in pari con il programma seguito dai coetanei: in questo modo possiamo evitare che il paziente resti indietro per una semplice sfortuna, o se vogliamo per una vera e propria ingiustizia; e il suo rientro a scuola, una volta superato il problema, può così essere meno traumatico. Questa giornata è il coronamento di un’amicizia che ormai da anni ci lega ad un’eccellenza romagnola, la Nove Colli, da sempre sensibile ai temi della lotta contro il cancro sul nostro territorio.”