Luned 27 Maggio06:07:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sicurezza, i nuovi piloni a scomparsa nelle zone mare e nel centro storico di Rimini

Nel 2019 il Comune investirà 100.000 euro per la sicurezza delle zone, addio agli ingombranti New Jersey

Attualità Rimini | 15:09 - 20 Dicembre 2018 Dissuasori posti a protezione delle aree sensibili in occasione di feste ed eventi Dissuasori posti a protezione delle aree sensibili in occasione di feste ed eventi.

Nel 2019 il Comune di Rimini investirà 100.000 euro per potenziare il sistema di dissuasori a scomparsa nella zona mare e nel centro storico, aree spesso utilizzate per ospitare appuntamenti e manifestazioni. Il sistema di sicurezza sarò così ampliato alla zona mare, in particolare nel tratto di Lungomare Tintori tra piazzale Boscovich e piazzale Fellini, che sia di inverno, sia soprattutto nella stagione estiva, è sede dedicata di numerose iniziative di intrattenimento per cittadini e turisti. Attualmente le aree interessate dagli eventi sono delimitate per il periodo delle manifestazioni da apposite barriere come da indicazione degli organi competenti. L’obiettivo dell’Amministrazione è di andare a sostituire questa soluzione temporanea con la posa di dissuasori fissi in acciaio antintrusione in corrispondenza della pista ciclo pedonale e dei marciapiedi lato mare. Le barriere di new jersey ‘tradizionali’ saranno invece posizionate sulla carreggiata stradale.

Per quanto riguarda il centro storico, si prosegue nel progetto di riorganizzazione già avviato in questi mesi attraverso  un sistema strutturato di dissuasori fissi e a scomparsa e di arredi fissi e mobili e che comprende Piazza Cavour, Tre Martiri e Ferrari. Il progetto punta a rendere omogeneo il sistema di accesso anche nel resto del centro storico prevedendo la possibilità di mettere a sistema i fittoni automatizzati a scomparsa anche in via Giordano Bruno e in via Garibaldi

IL COMMENTO DELL'ASS.SADEGHOLVAAD. “Si tratta di un investimento in virtù delle molteplici iniziative, eventi e manifestazioni che la città organizza e ospita – sottolinea l’assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad – nella convinzione che le indiscutibili esigenze di sicurezza e tutela dei cittadini possano e debbano conciliarsi con il decoro urbano, con la bellezza e con la vivibilità degli spazi. Un progetto organico, che comporta anche economie in prospettiva futura, adeguato dal punto di vista sia funzionale sia estetico, che rappresenta una città che non rinuncia ad aprirsi perseguendo l’obiettivo primario della sicurezza”.