Gioved 17 Gennaio21:33:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuova mappa turistica di Rimini, dagli angoli nascosti alle grandi bellezze

Cento punti per scoprire e riscoprire le caratteristiche della città con percorsi storici ed artistici

Turismo Rimini | 12:24 - 19 Dicembre 2018 Nuova mappa turistica della città di Rimini Nuova mappa turistica della città di Rimini.

E’ fresca di stampa la nuova mappa turistica della città di Rimini. Ricca di grafiche e illustrazioni, di itinerari tematici e angoli nascosti, il nuovo pieghevole di Rimini, dal formato tascabile, racconta la città in tante mappe e raccoglie più di 100 punti tutti da scoprire per chi viene a esplorare Rimini, ma anche per chi già la conosce e vuole solo riscoprirla.

Perché Rimini è una città che cambia e che oggi, con il cinema Fulgor riqualificato, il teatro Galli rinato, la nuova piazza sull’acqua, le piste sempre più ciclabili e i tanti progetti di rigenerazione urbana, aveva bisogno di un nuovo strumento di comunicazione turistica aggiornato che raccontasse il nuovo e l'antico, i monumenti storici e la nuova cartolina della città.

Dagli angoli più nascosti, ai percorsi storico-artistici, dalla Rimini felliniana alla Rimini sott’acqua, dalla capitale delle vacanze balneari, alla città da scoprire in sella alla bicicletta, fino agli angoli più suggestivi per farsi un selfie. Sfogliando la guida si può trovare una città divertente, solare, genuina, ma anche una Rimini insolita, ‘altra e alta’, come quella vista dalle colline dell’entroterra. Una mappa pratica ed essenziale, colorata e pensata per un pubblico interessato ad esplorare nuove realtà e a conoscere un luogo attraverso le abitudini e i suggerimenti dei locali.

Oltre alla planimetria del centro cittadino con le miniature di ogni singolo monumento, la guida propone 3 itinerari (romano, dal medioevo al rinascimento, felliniano), la mappa della bicipolitana, il tour sott’acqua alla scoperta dei relitti che sono un vero e proprio paradiso per i sub, o quello sottoterra nelle grotte di Onferno, alcuni spunti per le escursioni nell’entroterra e anche una guida sintetica per far scoprire l'anima della città. Nella mappa sono presenti anche i nuovi luoghi ‘wedding destination’, i punti suggeriti per farsi un selfie, i quartieri del mare, i consigli per lo shopping e la ‘playlist’, mese per mese, degli eventi da non perdere.

Dove trovarla. 

La nuova guida della città è stampata, su carta riciclata, in 200mila copie ed è disponibile in lingua italiana, inglese, francese, tedesca, russa e – ma solo nella versione on line - in cinese.  

La guida è scaricabile dal sito www.riminiturismo.it  e sarà disponibile a partire da gennaio in versione cartacea negli IAT - Ufficio informazioni turistiche, all’Urp e negli Iat diffusi. Chi è interessato ad averne delle copie può contattare l’assessorato al turismo alla mail turismo@comune.rimini.it, mentre sul sito è possibile consultare online anche tutti gli itinerari in versione geo-referenziata

La guida sarà distribuita anche in occasione delle più importanti fiere e workshop - nazionali e internazionali – alle quali partecipano Apt Servizi Emilia Romagna e Destinazione Turistica Romagna.

L’art direction e la grafica è a cura di Stefano Tonti, le mappe e le icone di Ilaria Montanari, il coordinamento e i testi dell’Assessorato al Turismo.

Il commento del Sindaco Andrea Gnassi.

"Una città che si rigenera ha bisogno di trovare strumenti nuovi per raccontarsi e per affermarsi. Rimini è una città con una identità unica perché città di mare e città d’arte allo stesso tempo. Soprattutto siamo una città vera, con un clima che si percepisce e che vogliamo disseminare riprendendoci la nostra storia e facendoci scoprire sempre più non solo come capitale conosciuta e riconosciuta delle vacanze balneari, ma anche come grande culla d’arte italiana, uno spaccato di storia riassunta in un quadrilatero di poche migliaia di metri quadrati che racchiude gioielli come Castel Sismondo e Piazza Malatesta, il Teatro Galli, il Ponte di Tiberio, l’arco d’Augusto, il Tempio Malatestiano e la Domus del chirurgo. Un’offerta integrata e unica per essere sempre più competitivi”.