Domenica 24 Febbraio01:06:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Triangolo amoroso finisce male: prima litiga con il rivale, poi gli incendia l'auto. Sarà interrogato

Cronaca Rimini | 07:17 - 16 Dicembre 2018 Triangolo amoroso finisce male: prima litiga con il rivale, poi gli incendia l'auto. Sarà interrogato

Sarà interrogato martedì il 24enne di origine peruviana, residente a Rimini, arrestato per aver dato fuoco all'auto, parcheggiata in strada, di un albanese che è risultato essere il compagno della sua ex, una ragazza cubana. Del reato di concorso in incendio risponderà anche il complice, un 20enne tunisino; l'italo peruviano è accusato anche di atti perscutori e minacce. La vicenda risale al novembre scorso ed è stato il culmine di un triangolo amoroso che è sfociato in una forte tensione tra le parti.

IL RIAVVICINAMENTO DELLA COPPIA. L'italo peruviano, difeso dall'avvocato Enrico Graziosi, era già stato assolto, lo scorso luglio, dalle accuse di maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni aggravate. Il rapporto con la compagna è sempre stato costellato di alti e bassi, di momenti di tensione, ma dopo quella sentenza di assoluzione - la donna non si era peraltro presentata in Tribunale - i due si erano riavvicinati, in particolar modo tra fine agosto e inizio settembre, tornando a vivere insieme in un appartamento di residence. A far scoppiare fortemente l'ostilità è stata la scoperta, da parte del 24enne, della relazione che la donna aveva con il giovane albanese. Nello stesso periodo lei era rimasta incinta, per poi abortire. Una sera fece ritorno a casa con il nuovo compagno, scatenando l'ira dell'indagato: fu in quell'occasione che i due uomini ebbero un duro confronto, il 24enne armato di coltello. Tre giorni dopo quella lite, l'episodio dell'incendio dell'automobile. Le telecamere di sorveglianza hanno colto il 24enne e il 20enne tunisino nei pressi di via Bengasi, luogo dell'incendio, pochi minuti prima del fatto.