Domenica 16 Giugno03:25:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, La Fiorita a forza 9 contro il Murata. Domagnano in crisi: ko anche col Pennarossa

Sport Repubblica San Marino | 22:02 - 08 Dicembre 2018 Calcio RSM, La Fiorita a forza 9 contro il Murata. Domagnano in crisi: ko anche col Pennarossa



A distanza di poco più di dieci mesi – era il 4 febbraio – la Fiorita torna ad infliggere un 9-0 al Murata. All’epoca si giocava a Domagnano, mentre stavolta il teatro della vittoria monstre dei gialloblù di Mularoni (oggi guidati da Simone Bacciocchi, stante la squalifica del titolare della panchina) è il “Federico Crescentini” di Fiorentino. Ad inaugurare la goleada è Riccardo Mezzadri, a segno poco oltre la metà del primo tempo. Dopodichè due volte Alessandro Chiurato e una a testa Marco Gasperoni ed Adrian Ricchiuti gonfiano il punteggio fino al 5-0, che è anche il parziale sul quale le due formazioni vanno all’intervallo.

Nella ripresa gli artiglieri gialloblù riprendono a bersagliare la porta del Murata, infilata ancora una volta da Marco Gasperoni e poi dai nuovi entrati Riccardo Michelotti e Fabrizio Castellazzi, quest’ultimo autore di una doppietta e a segno, come Ricchiuti, anche nel precedente di febbraio.

Fiorita che in campionato non perde dal 21 ottobre 2017 e che continua a comandare la classifica del Q1. Ma adesso da sola e non più in coabitazione con il Tre Fiori, costretto al secondo pareggio in tre giorni – dopo l’1-1 di coppa proprio contro La Fiorita – da una Libertas che fino ai minuti finali della sfida ha visto molto da vicino quello che sarebbe stato il suo primo successo nella Seconda Fase.

In effetti i granata chiudono il primo tempo con in tasca addirittura il doppio vantaggio, frutto delle reti di Mattia Lualdi al 22’ e di Matteo Gaiani al tramonto della frazione. Ma il Tre Fiori trova il pareggio nell’ultimo scorcio di gara, e a regalarglielo è – una volta di più - il suo prolificissimo reparto d’attacco: niente Andrea Compagno, stavolta, nel tabellino dei marcatori, nel quale comunque entrano Joel Apezteguia - a segno su rigore all’84’ e salito a 10 centri in classifica marcatori - e Davide Massaro, che centra il punto del 2-2 quando corre il secondo minuto di recupero.

Libertas che incamera il secondo punto e che si piazza alle spalle del terzetto di squadre a quota tre di cui è adesso membro anche il Pennarossa. I biancorossi di Guerra, infatti, festeggiano la prima vittoria nel Q1 regolando 3-1 (e agganciando in classifica) la Folgore, alla seconda sconfitta consecutiva in settimana dopo lo 0-2 di coppa contro il Cosmos.

Lo score viene inaugurato da Francesko Halilaj, cui risponde a stretto giro Paolo Basile. Lo stesso Halilaj – dopo l’infortunio dell’arbitro Zani, sostituito dal Quarto Ufficiale Tura - si incarica del nuovo vantaggio biancorosso, che arriva poco oltre la mezz’ora di gioco e che non subirà altri scossoni da parte della Folgore, ma che anzi sarà ulteriormente rinforzato da Silva Bahiano, a segno nel corso del quinto minuto di recupero.

La vittoria del Pennarossa significa per il Domagnano diventare l’unica squadra del girone ancora del tutto priva di punti. I giallorossi di Protti, infatti, incappano nella terza sconfitta su tre contro un Fiorentino zeppo di freschi ex, tra cui mister Campo ed il bomber Enea Jaupi. Peraltro, è proprio quest’ultimo a portare in vantaggio i rossoblù al 19’ del primo tempo, mentre il punto del 2-0 – che sarà anche il risultato finale – porta la firma di Simone Rossi, a segno in avvio di ripresa e all’ottava esultanza in campionato. Nonostante la grande disponibilità di tempo per rimettere in piedi la gara, il Domagnano non opererà la rimonta ma anzi perderà nel finale Federico Buldrini per doppio giallo. Terzo risultato utile su tre per il Fiorentino, che in classifica aggancia i cugini del Tre Fiori a quota sette punti.