Domenica 24 Marzo12:35:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini nord: pubblicato il bando di gara per i lavori sulla Statale 16 per lo stralcio via Diredaua

Attualità Rimini | 11:43 - 08 Dicembre 2018 Rimini nord: pubblicato il bando di gara per i lavori sulla Statale 16 per lo stralcio via Diredaua

E' stato pubblicato ed è visionabile sull'albo pretorio del Comune di Rimini (all'indirizzo http://bit.ly/bandoviadiredaua) il bando di gara per i lavori inerenti lo stralcio di via Diredaua, inserito nella più ampia riorganizzazione della viabilità connessa al grande progetto di riqualificazione dell’intera area di Rimini Nord, su cui insistono complessivamente oltre 50 milioni di euro di investimenti.

Si tratta in particolare della messa in sicurezza e alleggerimento del traffico urbano sulla SS16, con collegamenti interni alternativi alla stessa strada statale. L'importo complessivo dei lavori posti a base dell’affidamento, comprensivi dei costi della manodopera e degli oneri per la sicurezza, ammonta a circa 5 milioni e quattrocento mila euro. Sono comprese opere strutturali, stradali, su acquedotto e fognatura e i relativi oneri sulla sicurezza.

La data entro cui vanno presentate le offerte o le domande di partecipazione è quella dell'11 gennaio 2019, entro le ore 13. Le offerte saranno aperte in modalità pubblica il 17 gennaio nella sede Comunale. Le offerte vanno inviate esclusivamente con le modalità telematiche previste dalla piattaforma https://appaltiecontratti.comune.rimini.it/PortaleAppalti, accessibile dal sito web del Comune www.comune.rimini.it al link “Bandi di gara”.

Copia dei documenti è visionabile anche negli uffici dei lavori pubblici del Comune di Rimini, in via Rosaspina, 23.

Con questo bando si apre la gara pubblica che, espletata nei mesi invernali, permetterà l’avvio dei lavori nella primavera del 2019; una serie articolata di azioni che, comprendendo anche gli interventi per l’eliminazione degli sfioratori a mare e per la separazione delle condotte fognarie, mette contemporaneamente mano alla rigenerazione dell’area, agendo sulla mobilità e sulla qualità ambientale. Tutto ciò in attesa di certezze e conferme attraverso atti formali dei 18 milioni di euro del Bando Periferie, ancora ‘sospesi’ dopo l’erogazione ufficiale, il dietrofront del Governo e poi gli impegni a rivedere il tutto da parte del Premier Giuseppe Conte.