Domenica 21 Aprile15:50:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, l'effetto 'Neri' per superare l'Albinoleffe. Acori: 'E' uno scontro diretto, possiamo dare di più'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 14:36 - 07 Dicembre 2018 Rimini, l'effetto 'Neri' per superare l'Albinoleffe. Acori: 'E' uno scontro diretto, possiamo dare di più'

Dopo le due sconfitte in trasferta contro Fano e Ternana, il Rimini Calcio si affida all'effetto Romeo Neri per tornare alla vittoria. L'avversario sarà l'Albinoleffe, squadra che naviga nei bassifondi della classifica. I precedenti sono leggermente favorevoli al Rimini: 1 vittoria su 4 gare giocate, 3 pareggi, 3 reti del Rimini e 2 dell'Albinoleffe. Leonardo Acori non potrà disporre di Bandini, uscito infortunato dalla gara di Terni, mentre Viti è alle prese con l'influenza. Sarà invece tra i convocati Guiebre, che partirà però dalla panchina. Pronto a giocare dal primo minuto Scott Arlotti. Il giovane attaccante riminese sarà schierato con Simoncelli e Candido alle spalle di un centravanti, con Volpe in vantaggio su Buonaventura. A centrocampo cerca spazio Alimi, mentre in difesa tornerà Venturini, lasciato a riposo con la Ternana.
"Dobbiamo fare una grande prestazione sotto tutti i punti di vista, tecnico, tattico e del carattere. Una prova come quelle disputate ad esempio con l'allora capolista Fermana o lo stesso Sudtirol - dice Acori - Non ci dobbiamo far condizionare dall'andamento della gara ma, al contrario, siamo noi che dobbiamo determinarne l'andamento".
Sulla strada dei biancorossi la formazione orobica, un'altra di quelle squadre che come il Rimini al momento punta a raggiungere una tranquilla zona di classifica. "Affronteremo un avversario tosto. Li ho visti contro la Fermana, alla prima di mister Marcolini, una gara impostata più sull'aspetto fisico che tecnico. Però è una squadra che sa giocare al calcio e che fuori casa ha ottenuto risultati, paradossalmente ha fatto meglio in trasferta che tra le mura amiche". Il condottiero di Tordandrea ha grande fiducia nei propri ragazzi. "Su questa squadra conto molto e sono certo possa dare molto di più, a cominciare dal fatto che dobbiamo essere più continui nell'arco di tutti i 90 minuti. Al momento, nonostante qualche alto e basso, siamo in zona salvezza. Questa squadra può fare un buon campionato, l'obiettivo primario è quello di salvarsi e mettere in mostra 3/4 giovani interessanti.Troppe aspettative, specie quelle non alla nostra portata, creano troppe pressioni e non fanno bene ai ragazzi". 

Nel file audio le parole di Leonardo Acori durante la conferenza stampa di presentazione dell'incontro di sabato (ore 14.30).

ASCOLTA L'AUDIO