Mercoled 12 Dicembre11:06:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Presidente Mattarella arrivato a Rimini al Palacongressi, accolto dai volontari della Papa Giovanni XXIII

Attualità Rimini | 11:51 - 07 Dicembre 2018 Presidente Mattarella arrivato a Rimini al Palacongressi, accolto dai volontari della Papa Giovanni XXIII

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato al Palacongressi di Rimini, per festeggiare i 50 anni della Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, il 'parroco dalla tonaca lisa', morto nel 2007. Alla celebrazione del mezzo secolo di vita della realtà nata in riva all'Adriatico nel 1968 sono presenti - nella città romagnola - 7.000 persone tra ospiti, studenti e appartenenti alla Comunità giunti da diverse parti d'Italia e dall'estero. Nella prima parte della mattinata è stato proiettato il film 'Solo cose belle', commedia sulla vita in una casa famiglia dell'associazione. Proprio una casa famiglia è stata teatro del primo incontro del Capo dello Stato a Rimini seguito da una visita privata nella casa parrocchiale della Grotta Rossa dove ha vissuto don Benzi. Al Palacongressi, Mattarella ascolterà quattro testimonianze: quella di un ragazzo disabile accolto in casa famiglia, quella di una ragazza liberata dalla schiavitù della prostituzione, quella di una giovane impegnata all'estero nel corpo di pace della Comunità e quella di un detenuto che espia la pena con misura alternativa al carcere. A concludere l'evento della Papa Giovanni XXIII, dopo i saluti del successore di don Oreste Benzi, Giovanni Paolo Ramonda, l'intervento del presidente della Repubblica. La Comunità fondata da don Oreste Benzi, è formata da persone che condividono ogni giorno la propria vita con gli ultimi: persone con disabilità, bambini abbandonati, anziani soli, tossicodipendenti, prostitute, senza fissadimora, profughi, mamme in difficoltà, carcerati. Opera attraverso 500 realtà di accoglienza in Italia ed in più di 40 paesi nei 5 continenti. Il presidente della Repubblica, è stato accolto da un lunghissimo applauso da parte della platea del Palacongressi. E' la prima volta che un Capo dello Stato visita la Comunità Papa Giovanni XXIII. "La ringraziamo - si è rivolto a Mattarella il successore di don Benzi alla guida della Comunità, Giovanni Paolo Ramonda - per il bene che vuole al Paese" e per le parole e "l'attenzione ai più deboli" che viene riservata nei discorsi prinunciati dal Capo dello Stato. Parlando davanti alla platea e a Mattarella, Ramonda ha toccato il tasto dei 51 profughi recentementi accolti in Italia, arrivati nel Paese attraverso l'apertura di corridoi umanitari. "Riteniamo scelta dell'accoglienza imprescindibile - ha scandito - I profughi in mare vanno salvati e integrati, privilegiando i corridoi umanitari". 

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?