Domenica 16 Dicembre23:30:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Obbligano due bambini a spogliarsi nell'aula del preside, assolte psicologa e un'assistente sociale

Cronaca Rimini | 22:21 - 05 Dicembre 2018 Obbligano due bambini a spogliarsi nell'aula del preside, assolte psicologa e un'assistente sociale

Una psicologa e un' assistente sociale, in servizio all'Ausl di Rimini, sono state assolte per mancanza di prova dall'accusa di perquisizione illegale. Alla due donne, difese dall'avvocato Luca Ventaloro, era contestata un'ispezione verso due bambini, effettuata nell'aula del preside di un istituto scolastico del riminese, al fine di verificare la presenza di lividi e segni di violenza sui loro corpi. I piccoli infatti erano al centro di una difficile situazione familiare, intorno al 2015: i loro genitori si erano separati e il padre dei bambini aveva accusato la donna e il nuovo compagno di picchiarli, ma aveva intimato agli stessi figli di dire ciò agli assistenti sociali. E' quanto emerso in sede giudiziaria, tanto che l'uomo dovrà ora rispondere di calunnie. La psicologa e l'assistente sociale ad ogni modo avrebbero chiesto di controllare la presenza di lividi sul corpo dei bambini, nonostante l'iniziale diniego del preside che, sentite anche le insegnante, aveva negato la sussistenza di anomalie che potessero far pensare a dei maltrattamenti subiti in casa dai piccoli scolari. Ad ogni modo la madre dei bambini si era poi costituita parte civile al processo, rappresentata dall'avvocato Luca Greco, chiedendo che fosse fatta luce sulla vicenda.

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?