Luned 20 Maggio15:43:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket C Gold, è il momento di RBR: primato in solitudine, un nuovo sponsor, l'encomio di Brasini

Sport Rimini | 17:40 - 03 Dicembre 2018 Basket C Gold, è il momento di RBR: primato in solitudine, un nuovo sponsor, l'encomio di Brasini

E' proprio il momento di Rinascita Basket Rimini: primato in classifica in solitudine, un pubblico ritrovato (più di duemila spettatori al Flaminio nel big match), sponsor a go go. L'ultimo  in ordine è Assicurazioni Generali (Agenzia di Rimini), una delle compagnie di assicurazione più longeve e rinomate non solo del nostro territorio, ma dell’Italia intera, con cui è stato sottoscritto un contratto di sponsorizzazione valido per la stagione 2018-19.

Dopo l'eclatante vittoria su Bologna, sulla sua pagina fb l'assessore allo sport Gianluca Brasini parla di RBR.

"I miracoli nello sport non esistono. Esistono il lavoro, la voglia, il talento che non si ferma al suo solo specchiarsi. Considero quello che è avvenuto ieri al palazzetto di Rimini, ma che in realtà accade ogni due settimane ormai da settembre, non un evento imprevisto e eccezionale ma il risultato di una grande passione e altrettanta sapienza. Non mi riferisco (solo) al punteggio sul tabellone a favore di RBR, ma alla entusiastica cornice di pubblico che, numeri alla mano, oggi anche poche compagini di Lega 2 e forse anche qualcuna di serie A possono contare.

Il fenomeno basket a Rimini è una bellissima storia di sport e una lezione più generale: se i progetti sono ispirati dal fare bene, in relazione alla comunità e al contesto in cui si calano, allora nulla è impossibile. RBR nasce con questo spirito e, andando al Flaminio, per gli anziani come me fa tornare in mente l’epopea di Pasini, Reggie Johnson, Benatti, Cecchini, Myers, Ruggeri. Curioso come le storie recenti di RBR basket e della Rimini Calcio, apparentemente distanti, siano in realtà accomunate da alcuni elementi: progetti sportivi senza fronzoli, piccoli passi, i vivai, le risorse locali, contro le promesse di chi ogni volta pensa di abbacinarti partendo da una o due categorie superiori.
Il mondo dello sport sa che quelle, 99 volte su 100, sono promesse da marinaio, i grandi inganni che portano ai grandi drammi sportivi. Meglio ripartire da chi siamo per poi scoprire di essere in 2.300 al palazzetto in una tranquilla domenica di dicembre. Non è un miracolo di Natale".