Gioved 23 Maggio02:01:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

‘Educare alla diversabilità’: ‘Caro amico ti scrivo...’, per il settimo anno 440 ragazzi coinvolti nel progetto

Attualità Cattolica | 09:07 - 02 Dicembre 2018 ‘Educare alla diversabilità’: ‘Caro amico ti scrivo...’, per il settimo anno 440 ragazzi coinvolti nel progetto

E’ stata presentata a Cattolica la VII Giornata della Diversabiltà che si terrà il prossimo 7 dicembre. Il tema del concorso multidisciplinare di quest’anno è: “Caro Amico ti scrivo… Arriva un nuovo compagno di classe. Reciproci sguardi.”
Le classi hanno partecipato al concorso realizzando i due diversi format inclusi nel regolamento: la redazione di due lettere di max 6 pagine complessive, e la realizzazione di un Cartellone/Manifesto di misura 70/100 cm, contenente le fasi di lavoro e/o aneddoti tratti dalle conversazioni con i bambini e/o racconti o biografie utilizzate.
Alto il numero degli alunni partecipanti: 440 ragazzi delle 22 classi quarte delle scuole primarie di Cattolica, Gabicce, Gradara, San Giovanni in Marignano, Misano.
Tutti i lavori sono stati riuniti in una bellissima pubblicazione sponsorizzata dalla BCC di Gradara, che verrà donata agli alunni durante la giornata a teatro.

Nella giornata del 07 dicembre 2018, presso il Teatro della Regina a Cattolica, verranno accolti già dalla mattina tutti gli alunni che hanno partecipato al concorso, mentre la serata sarà riservata solamente ai finalisti.
A dialogare con gli studenti sui temi della disabilità saliranno sul palco del Teatro Regina diversi ospiti: il moderatore Claudio Arrigoni, un amico ormai fedele dell’Associazione Rimbalzi Fuori Campo, Francesco Messori capitano della Nazionale Italiana Calcio Amputati, Giorgia Greco ginnasta ritmica con una sola gamba mentre nella serata giungeranno a Cattolica, direttamente dal Belgio, Florent & Justin ballerini “speciali”.

Durante la serata verrà anche assegnato il Premio Etico Giorgio Gabellini  che nel nuovo formato 2018 premierà l'impegno degli insegnanti di sostegno nell'individuare specifici educativo-didattico rivolti a soggetti portatori di handicap.
Il premio etico è garantito economicamente dalla Famiglia Gabellini per rendere sempre vivo il ricordo di una speciale persona quale è stato Giorgio Gabellini, e verrà consegnato dalla Signora Diana Gabellini.

Il  Sindaco Mariano Gennari, ha ringraziato l’Associazione per il lavoro che ormai da anni svolge con costanza e cura nel divulgare i valori di rispetto per le persone con disabilità, e soprattutto offrendo una prospettiva di osservazione della disabilità così diversa e ricca, tanto da rendere evidente agli occhi degli alunni delle scuole, e non solo, quanto la disabilità può essere una specificità importante delle persone che la portano, ed un valore enorme da apprezzare.
Alla presentazione del progetto erano presenti anche il Sindaco di Gabicce Domenico Pascuzzi, il sindaco di Misano Stefano Giannini, il Sindaco di San Giovanni in Marignano Daniele Morelli. (Assente l’Amministrazione di Gradara per un imprevisto dell’ultimo minuto.)
I sindaci si dichiarano tutti all’unanimità soddisfatti ed orgogliosi di potere partecipare a questo progetto che tiene saldamente unite le cinque amministrazioni nell’impegno di sensibilizzare la cittadinanza ad un tema già caro nella nostra zona, una zona dove il senso civico e di appartenenza alla comunità è molto forte, e va sfruttato in questo senso. Le amministrazioni si ripromettono dunque di restare unite nel tenere caldo il tema della disabilità per tutto l’anno, contribuendo attivamente con progetti concreti e condividendo percorsi comuni.
L’Assessore alla Pubblica Istruzione Valeria Antonioli si è dichiarata orgogliosa di come queste iniziative puntino a creare una consapevolezza diversa sulla disabilità e come si esalti la grande capacità della nostra scuola a gestire progetti di inclusione di altissima qualità stimolando i ragazzi a specchiarsi nella realtà quotidiana delle persone diversamente abili e a cogliere le loro grandi potenzialità.
Il Presidente Terenzio Bernardi con grande commozione ha dato  voce ai sentimenti genuini che muovono l’intero staff di Rimbalzi Fuori Campo, raccontando come negli anni questi eventi abbiano contribuito non solo a divulgare la cultura del rispetto e della valorizzazione della disabilità, ma anche a fare emergere ragazzi disabili con grandi doti, a farli apprezzare dalla comunità ed aprire loro opportunità di intraprendere percorsi importanti. Cita a questo proposito Francesco Messori, ora capitano della Nazionale Amputati e Giorgia Greco, ginnasta con una sola gamba, che dopo essere stata all’ultimo Festival Nazionale della Cultura Sportiva ha cominciato a ricevere inviti ufficiali in TV per divulgare la sua attività di ginnasta paralimpica.

Si chiude così un altro proficuo anno di attività volontaristiche dell’Associazione Rimbalzi Fuoricampo, una realtà ormai nota ed affermata sul territorio, che da anni si distingue per un profondo e costante lavoro di sensibilizzazione della città ai temi della cultura, disabilità, solidarietà, sport e legalità.