Domenica 20 Gennaio12:28:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: sorridono Folgore, Juvenes, Tre Penne e Faetano negli anticipi della seconda giornata

Sport Repubblica San Marino | 23:44 - 01 Dicembre 2018 Calcio RSM: sorridono Folgore, Juvenes, Tre Penne e Faetano negli anticipi della seconda giornata

Tutto il Q2 ed un pizzico di Q1 negli anticipi della seconda giornata della Seconda Fase di campionato. Relativamente alla top eight della Prima Fase, l’unico confronto era quello che a Montecchio metteva di fronte Folgore e Libertas, entrambe alla ricerca dei primi tre punti nel nuovo tratto del cammino dopo – rispettivamente – la sconfitta ed il pareggio di una settimana fa. 
Si impongono i ragazzi di Lasagni, che trovano passano per due volte in vantaggio e poi gestiscono la superiorità numerica data dall’espulsione di Morelli, per quanto – pur ridotti in dieci – gli avversari rimangano aggrappati ad un possibile pareggio fino ai minuti finali. I gol arrivano tutti nella ripresa. Che in pratica si apre con l’esultanza di Paolo Basile, a segno da centrocampo sugli sviluppi immediati del calcio d’avvio del secondo tempo. La prodezza del numero 90 giallorossonero incontra però la pronta replica della Libertas, che rimette le cose a posto con Riccardo Paganelli.

A riportare in vantaggio la Folgore pensa Imre Badalassi, che poi triplica una manciata di minuti dopo l’espulsione di Morelli (doppio giallo), salendo così a quota 7 in classifica marcatori. Ma a strettissimo giro Mattia Lualdi trova il modo di infilare Bicchiarelli e di riaprire un confronto che la Folgore riuscirà comunque a fare suo, centrando così la prima vittoria nel Q1 ed il sorpasso nei confronti dei granata di Borgo Maggiore, che restano ad un punto. 

Venendo invece al Q2, il Faetano – che oggi ha debuttato ufficialmente nella Seconda Fase dopo il riposo osservato la scorsa settimana – ha festeggiato la prima vittoria ed i primi punti in campionato a spese del Cailungo, incappato invece nella seconda sconfitta dopo quella col Tre Penne. Eppure le cose sembrano mettersi sui giusti binari per i rossoverdi, che sbloccano il punteggio poco prima del 20’ con Federico Bonavita. Qualche minuto dopo, però, giunge l’episodio che inguaia due volte il Cailungo, costretto a registrare ad un tempo il calcio di rigore accordato agli avversari e l’espulsione di Oliva. Eric Fedeli non fallisce dal dischetto, mentre non molto dopo Mattia Giardi infila Francioni per la rete che regala il vantaggio al Faetano. Nella ripresa, dopo un altro rigore concesso al Faetano e stavolta fallito da Fedeli, di nuovo Bonavita riporta a galla il Cailungo, che capitola definitivamente al tramonto della gara, quando Daniele Friguglietti trova il colpo che vale l’intera posta in palio.

Prima vittoria per il Faetano e seconda consecutiva per Juvenes e Tre Penne, che continuano a comandare la classifica del girone a punteggio pieno. Questo non è più vero, invece, per il San Giovanni, il quale, dopo il successo della prima giornata, stavolta si arrende alla Juvenes-Dogana, che costruisce il proprio successo segnando un gol per tempo, prima con Enrico Antonioni e poi con Alessandro D’Elia. Oltre alla sconfitta, il San Giovanni incassa – nel finale di gara - anche l’espulsione di Giovanni Tani per proteste. 

Buona la seconda anche per il Tre Penne, come si diceva, il quale liquida la Virtus con un poker scritto quasi per intero da Michael Angelini. La tripletta dell’ex Folgore e Murata arriva dopo il vantaggio firmato da Nicola Chiaruzzi, alla prima esultanza nella sua seconda vita calcistica con indosso la maglia del Tre Penne. Angelini firma il raddoppio nel recupero della prima frazione, ma in avvio di ripresa Bajram Skender, appena gettato nella mischia, riporta sotto la Virtus. Tuttavia il Tre Penne non si lascia impressionare e intorno alla metà della frazione ristabilisce il doppio vantaggio, che diventa triplo nei minuti di recupero, quando Angelini mette a segno la terza rete personale, salendo a 9 centri in classifica marcatori, uno in meno dell’attuale capocannoniere Andrea Compagno. Nulla da fare per i neroverdi di Acquaviva, fermi a zero punti e ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale.