Marted 25 Giugno09:09:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, 39enne morì dopo un incidente: chiesto un anno e 4 mesi per omicidio stradale

Cronaca Rimini | 19:58 - 27 Novembre 2018 Rimini, 39enne morì dopo un incidente: chiesto un anno e 4 mesi per omicidio stradale

Un anno e quattro mesi di reclusione è la pena chiesta dal Sostituto Procuratore Stefano Celli per una 31enne magrebina, accusata di omicidio stradale. La giovane fu coinvolta nell'incidente stradale nel quale perse la vita Pasquale Gentile, 39enne di origine pugliese. I fatti risalgono al giugno 2017.

LA DIFESA CHIEDE L'ASSOLUZIONE. L'imputata è difesa dagli avvocati Nicolas Cicchini e Gabriele Bordoni, che ne hanno chiesto l'assoluzione perché il fatto non sussiste. Secondo la ricostruzione dei legali, comprensiva anche di due perizie a firma dell'ing. Rita Corbelli, l'automobilista, alla guida di una Fiat Panda non avrebbe potuto evitare l'incidente: dopo essersi fermata allo stop, come confermato da una coppia di testimoni, si immise da via Maceri sulla via Montescudo, trovandosi di colpo Gentile in sella al suo scooter. L'uomo, secondo la tesi difensiva, stava procedendo a velocità elevata e inoltre aveva eseguito una manovra di sorpasso, su una Citroen C3, in prossimità dell'intersezione. Così, a manovra quasi ultimata, la giovane magrebina si trovò lo scooterista che, dopo aver superato la Citroen C3, perse il controllo del mezzo e andò a sbattere contro la parte frontale sinistra della panda. Al contrario, per la pubblica accusa, il sinistro è da addebitarsi all'automobilista: caso di incidente creato da una turbativa. Per la difesa invece la manovra di immissione sarebbe incontestabile. L'imputata aveva pieno margine di manovra per entrare sulla carreggiata stradale senza creare pericolo, in particolare alla Citroen C3 che stava sopraggiungendo. Non poteva prevedere, la 31enne, l'arrivo dello scooter a tutta valocità, essendo il mezzo stesso  coperto dalla Citroen C3.