Venerdė 14 Dicembre23:15:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prodotti scaduti in vendita tra i banchi, oltre 27mila euro di multa per un negozio a Borgo Marina

Cronaca Rimini | 11:41 - 27 Novembre 2018 Prodotti scaduti in vendita tra i banchi, oltre 27mila euro di multa per un negozio a Borgo Marina

Ha raggiunto 27.208 euro il totale delle sanzioni amministrative che il personale dei distaccamenti di Viserba e Centrale della Polizia Municipale di Rimini ha elevato lunedì ad un negozio di alimentari di Borgo Marina nel corso dell’attività di controllo messa in campo con alla Polizia Di Stato.

E’ infatti emerso durante i controlli come i gestori avessero messo in vendita prodotti alimentari oltre la data di scadenza nonché la presenza di confezioni di alimenti senza l’etichettatura delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana.

Oltre al sequestro della merce gli agenti, nel proseguimento dei controlli, hanno riscontrato la sussistenza di altre violazioni di natura amministrativa per la mancanza delle indicazioni obbligatorie sui prodotti ortofrutticoli e dei prezzi sugli articoli posti in mostra per la vendita. Contestata anche la mancanza nell’esercizio del cartello indicante il divieto di fumo obbligatorio per legge.

L’attività di controllo proseguirà come da programma nei prossimi giorni quando, specie con l'avvicinarsi delle feste natalizie, si potranno verificare fenomeni d’abusivismo commerciale spesso legati alla vendita di prodotti pericolosi sia alimentari che non.

A questo proposito la Polizia Municipale ricorda come, a salvaguardia del consumatore, sia recentemente entrata in vigore la normativa che prescrive come il prodotto alimentare debba contenere l’etichettatura l’elenco degli ingredienti come, in particolare, alergeni, quantità, peso netto, termine minimo di conservazione, condizioni particolari di conservazione e impiego, nome del produttore o dell’importatore, pese di origine, istruzioni per l’uso, volume alcolometrico per bevande con 1.2 % di alcool, indicazioni nutrizionali.

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?