Venerd 23 Agosto18:44:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo presenta la nuova rete fognaria, servirà la metà degli abitanti

Attualità Santarcangelo di Romagna | 16:18 - 26 Novembre 2018 Santarcangelo presenta la nuova rete fognaria, servirà la metà degli abitanti

Con una lunghezza complessiva delle tubazioni di quasi un chilometro, una popolazione servita che supera la metà degli abitanti di Santarcangelo in un’area urbanizzata di poco meno di otto ettari, il potenziamento idraulico della zona stazione che verrà presentato sabato 1° dicembre in viale Mazzini è uno dei più importanti mai realizzati a Santarcangelo.
I lavori, realizzati da Hera per un importo complessivo di circa due milioni di euro, hanno permesso di mettere in sicurezza idraulica non solo le aree residenziali limitrofe alla stazione ferroviaria, ma una zona ancora più vasta pari a 7,7 ettari con una popolazione servita di 11.300 abitanti. L’impianto idraulico di smaltimento dell’acqua in eccesso realizzato nella sede stradale di via Pasquale Tosi permette infatti di convogliare le acque nella rete idraulica che porta al depuratore, oppure di attivare – in caso di abbondanti piogge – sia il vecchio che il nuovo micro tunnel che attraversano la linea ferroviaria. Con un diametro di un metro e sessanta centimetri, il nuovo micro tunnel consente alla rete fognaria lunga circa 900 metri di raggiungere via Ronchi per poi correre lungo un tratto di via Calancone, deviare in una strada di campagna, attraversare via San Vito e terminare nel fiume Uso. Grazie all’intervento di adeguamento della rete fognaria ultimato nello scorso mese di settembre, la portata di pioggia che può essere smaltita dall’impianto raggiunge ora i 7.730 litri al secondo.
“Grazie a questi lavori – sottolinea il sindaco Alice Parma – trovano innanzitutto soluzione una serie di problemi di carattere idraulico che da anni interessavano i residenti di diverse vie limitrofe alla stazione ferroviaria, mentre dal punto di vista ambientale va registrato il fatto che aumenta la portata complessiva delle acque convogliate verso il depuratore. Inevitabilmente lavori di questa portata causano non pochi disagi a residenti e automobilisti, nonostante sia stata rispettata la data di riapertura di via Tosi in coincidenza con l’avvio del nuovo anno scolastico. Ringraziamo quindi tutti i cittadini – conclude il sindaco Parma – che hanno pazientemente sopportato la presenza del cantiere in questi mesi, certi che l’importanza dell’intervento e la sua necessità fossero chiari e condivisi da tutti”.